Go to Medium Italia
Medium Italia
Letter sent on Jun 25, 2016

La lettera del weekend

Brexit. Il Regno Unito lascia l’Europa. I nuovi scenari che si aprono dopo la vittoria del “leave”.

Ambiente. Il mare ci salverà: come un esercito di coltivatori dell’oceano ha avviato una rivoluzione economica.

Viaggi. Le meraviglie del Botswana. Un viaggio di 12 giorni in Africa.

Arte. Una passeggiata sull’acqua.

Musica. La playlist della settimana.

Racconti. Il finimondo a Talendos.

Il Regno Unito lascia l’Europa

Di Redazione Valigia Blu

Il Regno Unito ha votato per l’uscita dall’Europa: Leave 52%, Remain 48%, con un affluenza al 72%. Si trattava di un referendum consultivo, quindi non legalmente vincolante. Ora il Parlamento deve decidere cosa fare.

Il primo ministro David Cameron, intanto, che aveva indetto il referendum schierandosi per il Remain, ha annunciato le sue dimissioni e che a ottobre, in occasione del congresso del partito conservatore, dovrebbe esserci un nuovo primo ministro.

5 min. di lettura

I nuovi scenari dopo Brexit

Di Pietro Scarnera, Graphic News

Coma ha votato la Gran Bretagna e i nuovi scenari che si aprono dopo la vittoria del “leave”.

1 min. di lettura

Il mare ci salverà

Di Bren Smith, traduzione di Monica Cainarca

Sono un pescatore che ha abbandonato la scuola a quattordici anni nel 1986. Nella mia vita ho passato molte notti in carcere. Sono epilettico e asmatico. Non so nemmeno nuotare.

Sono cresciuto sparando agli alci dalla finestra della cucina. Non avevo mai pensato al cambiamento climatico come qualcosa che ha che fare con la mia vita. Ma è così. Dal mio punto di vista, il cambiamento climatico non è nemmeno una questione ambientale — è una questione economica.

Questa è la mia storia. È una storia di redenzione ecologica.

18 min. di lettura

Le meraviglie del Botswana

Reportage di Camilla Colombo, Detour Magazine

Cabelo, segue i campionati europei, si rammarica che in Botswana il calcio non sia così diffuso come vorrebbe, conosce Udinese e Fiorentina, ma tifa Barcellona e Arsenal. È lui l’ultima guida a farmi innamorare di questo Paese dalle tante sfaccettature diverse.

La tappa finale di questi 12 giorni in terra africana è un posto inaspettato, poco conosciuto dai turisti, tornato alla fioritura dopo che per 50 anni il fiume che lo attraversava, il Boteti, aveva smesso di portare acqua e quindi vita alla flora e alla fauna locali.

6 min. di lettura

Una passeggiata sull’acqua

Di GabrieleFerraresi

L’arte contemporanea è un po’ complicata da spiegare. Figuriamoci riuscire a descrivere The Floating Piers, le passerelle galleggianti di Chirsto lunghe 3 chilometri sul Lago d’Iseo. Ma bastano le parole di Maurizio Milani per farlo, riferite ad altro ma che importa? Sono valide anche per questo: “Quando non capisci, ti innamori”.

6 min. di lettura

La playlist della settimana

Di HVSR Staff

L’analisi dei flussi elettorali dice chiaramente che il voto dei rocker italiani è confluito sugli Afterhours, primi in classifica con Folfiri o Folfox (l’album precedente Padania si era fermato al secondo posto).

In Inghilterra Peter Gabriel nulla può contro il fantasma di Cassius Clay, negli Stati Uniti la giovane Mitski arriva ai ballottaggi ma viene sconfitta dalla Felicità, mentre i Garbage trionfano inaspettatamente al secondo turno (e alla seconda vita).

5 min. di lettura

Il finimondo

Racconto di Laura Del Lama, Il Colophon

So che ti aspettavi di trovarmi già altrove e invece no, sono qui, a Talendos ancora, per un po’ almeno. È così strano pensarti nel mio paese, mentre io sto qui nel tuo. Sarà per questo che trovo difficile andarmene via: ho l’impressione che questa inversione aiuti a creare una connessione tra la mia anima che è rimasta là dove ti trovi adesso, e la tua, che però penso vagare senza pace.

Perché ti conosco, sei un cane selvatico che cerca ma non si preoccupa di trovare. Sei una bestia strana.

6 min. di lettura

Medium Italia Staff
staff@mediumitalia.com