Mappatura partecipata delle barriere architettoniche del comune di Porcari (LU) con Kimap

Grazie all’applicazione sviluppata dalla startup fiorentina Kinoa è stato possibile realizzare la mappe dell’accessbilità della città

La “Mappatura collettiva dell’accessibilità”, è un progetto promosso dal Comune di Porcari, dal Quartiere 3 di Firenze, dall’Associazione Luccasenzabarriere e dalla Startup Kinoa e finanziato dall’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione del Consiglio regionale della Toscana.

La mappatura è avvenuta grazie all’utilizzo dell’applicazione Kimap, strumento tecnologico sviluppato da Kinoa, durante due sessioni di crowdmapping. Partecipando a questi aventi i cittadini, disabili e non, con il loro smartphone hanno potuto rilevare in automatico lo stato del manto stradale e, attraverso l’intervento diretto, la presenza di ostacoli fisici lungo gli itinerari urbani che hanno percorso durante la sessione.


Complessivamente sono stati monitorati oltre 5 km di strade del comune di Porcari, con il coinvolgimento attivo di 45 persone e 4 associazioni (Luccasenzabarriere, Punto Handy, Auser Lucca e Altopascio e Avis Altopascio) che si occupano di disabilità.

La mappatura ha riguardato la zona est (via Catalani, via Romana Est, via Roma, via Cavanis, via Barsanti e Matteucci), la zona ovest (via Pacconi e via Romana Ovest) e il centro (via Roma e piazza Orsi).

Dal rapporto finale presentato il 23 giugno è emerso un quadro complessivamente soddisfacente e sono lì a dimostrarlo le mappe elaborate che evidenziano tanto verde (nessun ostacolo), un po’ di giallo (fondo sconnesso ma senza ostacoli) e nessuna punta di rosso (barriere vere e proprie).


Le mappe dell’accessibilità di Porcari realizzate con Kimap:


Like what you read? Give Kinoa Team a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.