Le mie app preferite per l’inglese dei bimbi — Parte 2

La scorsa settimana vi ho parlato dell’app Phonics Match e promesso che per le prossime cinque settimane vi svelerò le mie applicazioni preferite per insegnare ai bimbi a scrivere e leggere in inglese.

Per la seconda settimana, vi presento un’altra app per cui tutti i miei piccoli studenti vanno pazzi. Vi ricordo che tutte le app che seleziono usano i fonemi della lingua inglese: non insegnano il classico “ei, bi, si, di”, ma il suono che la lettera fa all’interno della parola. Senza la scia della vocale, insomma: per cat, non diciamo “si-ei-ti” ma “c-a-t”. Il metodo Jolly Phonics è il più valido e veloce per insegnare a scrivere e leggere in inglese.

Little Big Car Factory di Little Big Thinkers:

Età: 6–8 anni ufficialmente (io la uso anche con bimbi di 4 :-)
Prezzo: 1,99€

Little Big Thinkers conosce i bambini e lavora bene: le loro app sono molto intuitive, colorate e davvero divertenti.

In Little Big Car Factory, l’obiettivo è costruire una macchina — ogni volta diversa — per poi gareggiare: si può scegliere il modello, il colore, le decorazioni (adesivi troppo carini!) e persino il sistema audio! Più si gioca, più si vincono nuove macchine (il camion dei pompieri, una macchina d’epoca, la Batmobile…) e nuove tappezzerie (leopardata, da safari, sottomarina…).

Non lasciatevi ingannare dal nome, però, perché Car Factory non è solo un gioco. È un’applicazione per imparare lo spelling (ovvero il modo di scrivere) delle parole inglesi. Ogni bambino ha un proprio account, e ad ogni account si possono assegnare liste di parole (con fino a 24 parole per lista).

Quando si pratica una lista, le parole compaiono una ad una e il bimbo deve ordinarne correttamente le lettere fino a vincere tre coppe per ogni parola. Ma si fa sempre più difficile: per raggiungere il livello Master bisogna scrivere la parola senza aiuto usando la tastiera — ottimo modo anche di insegnare la disposizione delle lettere sulla tastiera QWERTY.

La parte migliore per voi genitori? Siete voi a creare le liste (nell’apposita area dedicata ai genitori e protetta da codice)! Se vostro figlio sta studiando i colori, perché non creare un lista di colori e farlo studiare giocando? Se studiate Jolly Phonics, potete fare come me e creare una lista per ogni gruppo di suoni o di Tricky Words.

Certo, a scuola i vostri bimbi imparano lo spelling, ma imparare divertendosi è tutt’altra storia!


Originally published at www.lateladicarlotta.com on November 13, 2015.