l’età ibrida
Published in

l’età ibrida

La sostenibilità che inquina

Le ragioni di Greta dentro il suo bla bla bla.

Monaci buddisti a Bodhi Tree (Il sito dell’illuminazione del Buddha)

Siamo nel tempio di Mahabodhi a Bodh Gaya, in India.

Nel suo cortile si trova un albero che da più di cent’anni offre le sue fronde ai fedeli: si tratta dell’albero della bodhi, uno dei luoghi sacri più importanti della tradizione buddhista: proprio in questo luogo, sotto i rami di un antenato di questo fico sacro, il Buddha venne colto dall’illuminazione.

“Perché liberi gli uccelli?”, gli chiede. “Perché tutti gli esseri viventi sono uguali”, risponde il monaco. “Tutte le creature hanno diritto a diventare un Buddha, ma per diventare un Buddha bisogna essere liberi”.

Kalachakra, la ruota del tempo, titolo originale Kalachakra — Wheel of Time è un documentario o reportage di Werner Herzog del 2003 che illustra l’importante rito buddhista del Kalachakra, documentando l’evento che si era tenuto a Bodh Gaya in India nel maggio del 2002 con la partecipazione straordinaria di Sua Santità il XVI Dalai Lama.

Ripercorrere il cerchio

Mandala in sanscrito significa cerchio, che più che una forma è un archetipo dell’inconscio collettivo. Fin dall’antichità, infatti, il cerchio ha rivestito significati spirituali legati al tempo, alla ciclicità delle stagioni e all’infinito.

Le 30 tesi del Newtrain Manifesto scritte da giovani al primo anno del biennio Story Design della Scuola Holden nel 2019: Simone Aragona, Luisa Capuani, Clarissa Ciano, Francesco Chironna, Vittoria Duò, Ottavia Guidarini, Laura Izzo, Aurora Longo, Alice Nicolin, Antonella Raso, Giorgio Remuzzi, Chiara Sanvincenti, Alice Serrone, Mattia Tresoldi, Serenza Vanzillotta, Luisa Zhou,

Ecosostenibilità vuol dire cambiare completamente la nostra vita e farlo in maniera profonda. Visualizzare un mondo diverso per noi e per i nostri figli, mettersi in risonanza con l’universo, rimanere sempre in ascolto, cambiare rotta se necessario, creare un’economia circolare che non abbia al centro il profitto ma il pianeta. O magari la ruota del tempo.

Il vero costo dei jeans

La mattina del 23 aprile del 2013 a Savar, un sub-distretto bengalese a 24 chilometri da Dacca, alcuni ispettori della sicurezza dichiararono il Rana Plaza un edificio inagibile e pericolante a causa di diverse crepe comparse sui muri, che si stavano facendo sempre più ampie e profonde.

Di fronte a questi disastri ci sarebbe un altro tipo di ecosistema che andrebbe salvaguardato: quello dell’immaginario.

In un momento in cui avremmo bisogno di azioni di bonifica semantica per evitare le banalizzazioni, stiamo assistendo a ipernarrazioni che depotenziano l’urgenza.

Le parole della sostenibilità in questo momento non possono più essere sprecate, è necessario che vengano seguite da azioni concrete in modo da evitare che sulla sostenibilità si giochi una partita narrativa o una narrazione tossica.

Venerdì scorso Banca Etica ha chiuso tutte le sue filiali per partecipare a Fridays For Future, per spingere i propri soci e clienti ad abbracciare la lotta contro il cambiamento climatico. Il giorno delle elezioni americane Patagonia ha chiuso tutti i suoi negozi per permettere ai propri dipendenti di andare a votare. È questo il significato di un’azione di sostenibilità. Nel 2021 vedere una pagina quattro colori che pubblicizza il primo bilancio di sostenibilità vuol dire essere in ritardo. Tremendamente in ritardo.

Sì, viaggiare: ma a che prezzo?

Ma l’industria della moda non è la sola a dover cambiare passo.

La copertina di un intero numero di Vita dedicata al mondo dei viaggi e del turismo sostenibile.

Il digitale ci salverà? Nì.

Con l’arrivo della pandemia le nostre vite si sono fatte sempre più ibride.

Per non parlare dell’impatto sulla società.

L’estrazione del coltan e del cobalto è ancora causa di sanguinosi conflitti in Congo, soprattutto nella regione del Kiwu dove si trova l’80% delle riserve mondiali. Questi due materiali sono indispensabili proprio per ottimizzare il consumo di energia di qualsiasi dispositivo digitale e per questo vengono sistematicamente saccheggiati da fazioni di etnia locale finanziate da società di mezzo mondo. Un rapporto Onu del 2002 riporta che le compagnie impegnate nello sfruttamento delle risorse naturali in Congo favoriscono i conflitti civili dell’area.

Oltre il brand activism

Il mondo dei consumi sta cambiando e sta cambiando in modo così profondo che la stessa parola consumatore non funziona più: secondo uno studio di Ipsos quasi la metà degli intervistati dichiara di aver smesso di comprare prodotti o usare servizi perché deluso dal comportamento di certe aziende e più di un terzo crede che sia compito dei brand incentivare comportamenti responsabili per la società. Certo, questo ci racconta un doloroso processo di perdita di fiducia nelle istituzioni, ma anche un ruolo diverso che le imprese hanno nella vita della gente, per il loro impatto che hanno sul mondo e per tutte le responsabilità che ciò comporta.

Oggi, come mai prima, è necessario scegliere da che parte stare.

Se si vuole andare incontro a questo tipo di consumatore non è sufficiente creare una bella campagna pubblicitaria, un esercizio retorico che non sia seguito da azioni concrete. Basta vedere quel che è successo con l’arrivo della pandemia: il Covid ci ha urlato in faccia tutta la fragilità del sistema consumistico. Ha puntato una luce su tutta una filiera di lavoratori a lungo dimenticati, ma che si sono rivelati essenziali per la nostra sopravvivenza. Ci ha portato a riscoprire un certo tipo di fratellanza, una solidarietà che avevamo dimenticato, esasperando una tensione che era già nell’aria.

Scegliete, ora.

Cercate di immettere nel mondo tutto quel che di buono c’è nella vostra attività, rimette in circolo la vostra visione del mondo. La vostra visualizzazione interiore del mondo.

--

--

Dialoghi con le imprese per affrontare il cambiamento necessario

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store