Massimiliano Riboli, responsabile ATM delle Costruzioni, Immobiliare e Facility (foto di Stefano Corrada)

L’uomo di cemento

Massimiliano Riboli spiega gli imminenti lavori in M2

Buongiorno ingegnere, la M2 quest’anno compirà 50 anni ed è una linea in crescita come numero di passeggeri trasportati. Quali sono gli aspetti sui quali è più necessario intervenire per un rinnovo completo?

Diciamo che ATM si è già attivata da tempo, concentrandosi principalmente sugli interventi di impermeabilizzazione delle gallerie, sia per contrastare gli effetti dell’innalzamento della falda (infiltrazioni d’acqua), sia per consolidare le strutture maggiormente usurate. Nel contempo l’Azienda sta intervenendo anche su altri fronti con l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio offerto: rinnovare l’armamento della metropolitana, abbattere le barriere architettoniche installando nuovi impianti di trasporto verticale (ascensori, scale mobili e montascale) e interventi migliorativi sul fronte della sicurezza.

Per i passeggeri della Verde saranno mesi di inevitabili modifiche di servizio, quali saranno i benefici a lavori ultimati e che cosa sta mettendo in campo l’Azienda per limitare il più possibile i disagi?

Saremo costretti a chiudere il tratto Loreto-Udine durante tutto il mese di agosto, sia quest’anno, sia il prossimo. I benefici che ne trarrà la collettività saranno duraturi e di gran lunga superiori agli inevitabili disagi dovuti all’interruzione della metropolitana, eliminando i rallentamenti dei treni dovuti alle copiose infiltrazioni d’acqua. In ogni caso, per il periodo di interruzione tra Udine e Loreto, ATM ha predisposto un piano di potenziamento delle linee di superficie e aumenterà il personale di assistenza alla clientela. Tra pochi giorni partirà un’importante campagna di comunicazione a riguardo.

Come mai è necessario svolgere i lavori in più fasi, una prima quest’estate e una seconda ad agosto 2020?

Quello che stiamo facendo è creare una sorta di barriera impermeabile attorno alla galleria, per impedire le infiltrazioni dell’acqua di falda, iniettando nel terreno una particolare miscela cementizia. La maggior parte delle iniezioni sarà eseguita dal livello della strada, lungo via Pacini. Dalla quota di superficie però non è possibile raggiungere la zona sotto l’arco rovescio (ndr. quella sotto la galleria), pertanto dobbiamo eseguire parte delle iniezioni anche dall’interno del tunnel, mediante trivelle che non permettono il contemporaneo passaggio dei treni. I lavori dureranno complessivamente due anni, mentre quelli in galleria hanno una durata stimata di circa due mesi. Per impattare il meno possibile sull’utenza, abbiamo deciso di interrompere il servizio solo nel mese di agosto, quello con meno passeggeri, per due anni consecutivi.



Lineadiretta Atm

Notizie, storie e novità dall'Azienda Trasporti Milanesi

Azienda Trasporti Milanesi

Written by

Siamo l'azienda di trasporto pubblico locale di Milano e questo è il nostro profilo su Medium.

Lineadiretta Atm

Notizie, storie e novità dall'Azienda Trasporti Milanesi