Discover Gingerly: Introducing Flaws

Per i fan di Bon Iver, Radiohead, Tom Misch.

Federica Carlino
Jun 18, 2018 · 3 min read
Image for post
Image for post

Ad oggi, uno dei problemi più infimi per i musicisti di tutto il mondo è riuscire a farsi scoprire in questo infinito etere di possibilità e contenuti, dove tutti finiamo per sentire passivamente il lavoro di altre persone, a meno che qualcuno non ci convinca di ascoltare più attentamente. Senza avere la presunzione di poter essere quel qualcuno per chiunque, voglio condividere con le persone interessate a scoprire nuova musica tutti i musicisti che ritengo meritevoli di ascolto, senza limiti di genere.

Quindi, senza perdere altro tempo, lasciate che vi presenti Daan Havenith, aka Flaws.

Flaws
  1. Quando e come hai iniziato a suonare?

— Ho iniziato con la chitarra all’età di 7 anni. Sono cresciuta in una famiglia di musicisti — mio padre è un direttore d’orchestra, mia madre suona il violoncello e mio fratello la batteria. Non ricordo l’esatto motivo per cui ho iniziato a suonare la chitarra, penso che mi abbia sempre intrigato.

2. Dove vivi e com’è la scena musicale nella tua città?

— Vivo a Zoetermeer, dove sono nato e cresciuto. Non so se si possa parlare di “scena musicale” qui, a dire la verità. Ci sono dei pub, dove si esibiscono dei gruppi e si fanno delle jam session di tanto in tanto. Tutto qui.

3. Quali strumenti suoni?
— Principalmente la chitarra e poi mi diverto a strimpellare con tutti gli strumenti che trovo. Canto anche.

4. Perché hai scelto lo pseudonimo Flaws e qual è il tuo vero nome?
— Il nome ha assunto un significato maggiore con il passare del tempo. All’inizio pensavo suonasse figo, ma credo che la mia musica abbia tantissime imperfezioni e mi sento a mio agio nel mostrare queste debolezze nella mia musica, perciò credo che anche questo si traduca nel nome Flaws. Il mio vero nome è Daan Havenith.

5. Componi e registri tutto da solo?
— Diciamo di sì. Di recente ho perso la mia pennetta, con tutti i sample che avevo, per cui adesso sono costretto a fare tutto da solo, ma mi piace.

6. Mi dispiace, come l’hai persa?
—Ho perso la mia borsa su un treno qualche settimana fa. Dentro c’era la pennetta, ma sto bene :).

7. Qual è il tuo modo di lavorare quando componi? Ti fai ispirare dai suoni che inserisci nelle tue canzoni o inizi componendo una melodia a cui poi aggiungi i suoni?
— Sto cercando di capirlo anche io. Dipende dalla canzone, a volte mi viene un’idea alla chitarra, a volte inizio dai sample che ho registrato. L’ultima volta ho iniziato prendendo dei visual o delle clip come riferimento per scrivere musica.

8. Come crei quei suoni? Li registri organicamente o li prendi da librerie audio?
— Ho preso in prestito dalla scuola dei registratori Zoom e registro suoni naturali che mi sembrano interessanti, a casa e ovunque. Per le registrazioni sul campo uso anche dei microfoni binaurali, una coppia di microfoni stereo che assomigliano a degli auricolari. In pratica registrano il suono a 360 gradi e viene benissimo.

9. Se dovessi presentare la tua musica a qualcuno che non ti conosce, cosa diresti?
—La mia musica è un’estensione della mia persona. Cerco di fare musica che trasmetta delle sensazioni. Non credo che inscatolare la musica di qualcuno in un genere, le renda giustizia, perciò credo dobbiate ascoltarla e basta.

10. Quali sono i tuoi album preferiti di quest’anno? Which are your favorite albums of this year so far?
Tom Misch - Geography, S. Carey - Hundred Acres, Henry Green - Shift.
E non vedo l’ora che escano gli album di Galimatias, Medasin e San Holo.

11. Quali artisti ti hanno ispirato e a chi ti piacerebbe essere paragonato?
— Spinvis, Bon Iver, Coldplay (degli inizi) e Szymon. Ma onestamente, è un’istantanea del momento. Continuerò a far evolvere il mio sound, perciò non voglio che le persone si facciano delle aspettative. Amo ogni tipo di musica, ma questi artisti in particolare hanno davvero ispirato ciò che ho fatto fino ad adesso.

You can read the English translation here.

listengingerly

Un luogo per appassionati di musica, osservatori del nuovo…

Sign up for Play It As Needed

By listengingerly

Great music to listen gingerly Take a look.

By signing up, you will create a Medium account if you don’t already have one. Review our Privacy Policy for more information about our privacy practices.

Check your inbox
Medium sent you an email at to complete your subscription.

Federica Carlino

Written by

freelance music journalist and passionate music supervisor

listengingerly

Un luogo per appassionati di musica, osservatori del nuovo e custodi del vecchio, musicisti, compositori, creativi o semplici ascoltatori, non esperti auto-proclamati. Un luogo per suggerimenti, ispirazione, scoperta, creato dalla vostra amichevole ginger amante della musica.

Federica Carlino

Written by

freelance music journalist and passionate music supervisor

listengingerly

Un luogo per appassionati di musica, osservatori del nuovo e custodi del vecchio, musicisti, compositori, creativi o semplici ascoltatori, non esperti auto-proclamati. Un luogo per suggerimenti, ispirazione, scoperta, creato dalla vostra amichevole ginger amante della musica.

Medium is an open platform where 170 million readers come to find insightful and dynamic thinking. Here, expert and undiscovered voices alike dive into the heart of any topic and bring new ideas to the surface. Learn more

Follow the writers, publications, and topics that matter to you, and you’ll see them on your homepage and in your inbox. Explore

If you have a story to tell, knowledge to share, or a perspective to offer — welcome home. It’s easy and free to post your thinking on any topic. Write on Medium

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store