Feedly: come organizzare il tuo flusso di notizie

Ogni giorno tutti noi veniamo investiti da un continuo flusso di notizie, informazioni e aggiornamenti: per mancanza di tempo o di organizzazione, spesso vengono ignorati, compresi malamente o dimenticati in pochi minuti. Feedly ci può aiutare!

Quante volte ti sarà capitato di leggere un articolo (stampato su carta, o editato su un blog o una rivista online), o di intravedere un volantino di un evento, un’offerta a cui eri interessato, e per innumerevoli motivi te ne sei dimenticato? E magari dopo qualche tempo te ne sei rammentato, ma non sapevi come recuperare le informazioni di cui avevi bisogno?

Per fortuna ci vengono in aiuto diversi strumenti in grado di facilitarci queste operazioni, che possono sembraci banali, ma che ti risulteranno di notevole aiuto!

Io, ad esempio, essendo avido di informazioni e novità, dedico l’inizio della mia giornata aggiornandomi su diversi argomenti che mi interessano in modo particolare.
 Gli strumenti principali che avevamo a disposizione (gli unici fino a un decennio fa circa) erano i quotidiani, le riviste e i programmi televisivi, tg in primis.
 Da diversi anni ormai, grazie alle rete e alle sue funzionalità, possiamo godere di nuove opportunità di apprendimento e aggiornamento: quotidiani on line e blog a tema, riviste digitali, ebooks, e molti altri.

Il problema nasce dal fatto che la quantità di notizie, dati e aggiornamenti che ci interessano quotidianamente, sono numerosissime e ci pervengono da canali differenti: la loro fruizione ci occuperebbe molto più tempo di quello che abbiamo a disposizione, e, senza un sistema in grado di semplificarci questo flusso, verremmo travolti da un marasma disorganizzato di dati a cui attingere.

Come organizzare il tuo flusso di notizie

Un primo strumento che ti consiglio di utilizzare (se già non lo stai facendo..) è un aggregatore di notizie o feed reader: come si può semplicemente dedurre, serve a raccogliere in un unico spazio di lettura, tutto ciò che ci interessa. Esistono diverse centinaia di applicazioni che svolgono questa operazione: io personalmente, dopo anni di esperimenti e prove, ho adottato Feedly.

Feedly dispone di un interfaccia semplice e curata, è disponibile per dispositivi Apple e Android, per Kindle, ma anche come WebApp.
 Il funzionamento è molto semplice: basta aggiungere i contenuti di nostro interesse e, se lo vogliamo, suddividerli in categorie e/o tag di nostra scelta.
 Ogni volta che leggiamo un contenuto, Feedly lo identificherà come “letto”: lo stesso potrà essere salvato o inoltrato a chi desideriamo.

Feddly supporta numerose estensioni in grado di “collaborare” con altre app di nostro utilizzo: da Pocket, Instapaper e Evernote, a tutti i principali social network, ma anche con piattaforme come Hootsuite e Buffer.

In occasione della Evernote Conference, Feedly ha annunciato alcune interessanti novità: la principale è legata alle funzionalità social e alle pagine di profilo pubbliche. Potremo, infatti, disporre di un profilo pubblico, nel quale decidere di inserire le nostri fonti di aggregazione.

Questo profilo pubblico consente di avere un network sociale all’interno di Feedly: è possibile quindi, condividere con altri le notizie o i feed più interessanti!
 

 E tu che strumenti usi per gestire le tue notizie sul web? Scrivimelo nei commenti!