Il make up ormai è professional

L’estensione delle gamme prodotto in seguito ad una nuova concezione della cosmesi.

Con un aumento di oltre due punti percentuali tra il 2014 e il 2015 il settore della cosmetica conferma il proprio trend di crescita, che ha generato nel 2015 un fatturato produttivo di 10 miliardi di euro. Questa crescita è stata accompagnata negli anni da un sensibile cambiamento nella concezione del make up che è diventato sempre più ricercato e vicino a quello che una volta era considerato il sapere degli esperti del settore. Un cambiamento tale da aver modificato poco alla volta l’offerta dei prodotti presentati ai consumatori. Le case produttrici infatti hanno sviluppato ed implementato, negli ultimi anni, prodotti che prima erano destinati ad un mero utilizzo professionale ad opera di truccatori e make up artist ma che oggi giorno sono diventati d’uso comune.

I pennelli sono, senza dubbio, l’emblema di questa nuova visione della cosmetica, passando da strumento accessorio al trucco al cuore di vere e proprie linee, ognuno con la propria forma e specificità d’uso.

I pennelli si sono integrati a tal punto nella quotidianità che stanno superando la propria funzionalità, trasformandosi in oggetti di design chiave per le collezioni speciali delle case produttrici ma non solo, stanno generando il bisogno per tutta una serie di prodotti ad essi correlati come detergenti e supporti per la loro pulizia.

Primer, correttori specifici e molti altri prodotti hanno subito la medesima evoluzione grazie al cambiamento avvenuto nelle consumatrici che sempre più alla ricerca di ispirazione, informazioni, prove e pareri hanno contribuito al diffondersi e all'affermarsi dei video tutorial. Ed è proprio grazie alla diffusione di questi video in rete, dove esperti appassionati del loro mestiere hanno mostrato un metodo e delle procedure più articolate di quelle conosciute, che il bisogno per questi prodotti è iniziato a crescere diventando, alle volte, virale.

Volto divenuto noto grazie a questo fenomeno è senz'altro quello di Clio Zammatteo, meglio conosciuta come Clio Make Up, che con i suoi video su You Tube da New York per le ragazze italiane ha pian piano costruito un proprio seguito di iscritti al canale di più di 900.000 persone. Sull'onda di questo fenomeno i suoi video si sono trasformati in un programma TV, format ripreso poi dai diverse emittenti.

blog.cliomakeup.com

In conclusione, ciò che si evince da questa tendenza è il bisogno e la curiosità da parte del mercato di un sapere professionale e dei prodotti per realizzare un risultato considerabile tale. Alcuni brand e profumerie hanno ben compreso questo bisogno e per questo supportano la vendita nei propri store con consiglieri di vendita esperti in grado di mostrare, già nei momenti di test, la corretta applicazione del prodotto, fornendo così la customer experience più professionale che rispecchia le gamme offerte.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Debora Radaelli’s story.