Si chiude oggi un’era per il calcio genovese

© Edited by MATTEO CALAUTTI

Nella giornata di oggi con ogni probabilità diranno addio al calcio genovese due capitani storici.

Da un lato Nicolás Burdisso, arcigno difensore nonché primo grande leader dopo l’addio di Marco Rossi al mio Genoa. Grande uomo che ci ha sempre messo la faccia, professionista esemplare e caparbio sportivo capace di rendersi maturamente conto che sarebbe ingiusto nei confronti della sua triennale avventura rossoblù proseguire ancora, rischiando quindi di svalutare un apporto prezioso come il suo a causa dell’inesorabile scorrere delle primavere. Inutile dire che non veda l’ora di rivederlo con la gloriosa camiseta del Boca Juniors.

Dall’altra parte Angelo Palombo, che non ha ancora ufficializzato un addio di cui comunque si vocifera da qualche giorno. Al di là della rivalità sportiva con la Sampdoria, non si può che fare un plauso al capitano blucerchiato. Chi decide di vestire per tutta la vita (esclusi i sei mesi all’Inter) la stessa maglia, sposandone i valori e innamorandosi della città, dimostrando sempre grande umiltà e mettendoci sempre la faccia non può che essere meritatamente salutato. Fiero avversario di mille stracittadine.

Si chiude oggi un’era per il calcio genovese.