N° 7 (2016): Serialization Landscapes II. Tra letteratura, teatro e web

Gli articoli che compongono questo numero di Mediascapes Journal sono la seconda parte della selezione referata dei paper presentati nell’ambito della Conferenza Internazionale MEDIA CHANGE Serialization Landscapes: Series and Serialization from Literature to the Web. Proseguiamo l’analisi della serialità spingendoci verso i suoi bordi post-televisivi. Se infatti la grande serialità televisiva viene considerata il contesto che meglio di altri permette di osservare i caratteri della serialità e i suoi riflessi sui pubblici e sull’immaginario — ponendosi come ambito privilegiato per la proposizione di universi simbolici abitabili e per elaborare linguaggi, temi, forme estetiche e rappresentazioni — è vero anche che la Tv non ha il monopolio della narrazione seriale.

Ecco allora esplorare teatro, letteratura e melodramma, lungo la mappatura di un’archeologia della serialità capace di rintracciare le forme già presenti di immersività, virtualizzazione, polisensorialità, ipertestualità, ibridazione, factory ed orientamento ad un pubblico di massa.

Nel numero l’esplorazione “laterale” continua indagando anche i videogames, il trash su YouTube e i frammenti-screenshot. Ma la serialità “pura” quella televisiva è anch’essa ben rappresentata con analisi sulla quality Tv e su Gomorra.

http://ojs.uniroma1.it/index.php/mediascapes/issue/current/showToc

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.