19 «Mi ricordo la mia paura» Franco

«Mi ricordo il 29 maggio del 1986. Era più o meno mezzogiorno. Stavo sulla sedia del barbiere. Ero andato per accorciarmi la barba. Il barbiere non mi ha messo il poggiatesta e quindi a un certo punto avrò avuto un giramento di testa dovuto ad un calo di zuccheri e però io ho pensato che stessi per morire, che avessi qualcosa di grave. Il barbiere mi ha detto “Sei diventato tutto bianco” e quindi io mi sono spaventato di più. Mi ha portato in ospedale. E poi mi hanno fatto l’elettrocardiogramma, mi hanno dato il valium: era un attacco di panico. Mi ricordo questa bella mattinata di maggio che però in qualche modo mi ha cambiato la vita perché la mia paura che era un po’ vaga, un po’ generica, da quel giorno è diventata una compagna di strada, molto presente, molto forte, che nel bene o nel male orienta la mia vita». Franco

Like what you read? Give Andrea Cardoni a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.