Grosse perdite per Nikon che cancella lo sviluppo delle fotocamere serie DL

La notizia è ufficiale e segna un brutto momento per Nikon. È stato infatti confermata la cancellazione del programma di sviluppo delle fotocamere compatte avanzate serie DL, che comprendeva tra l’altro due MIRRORLESS molto attese e richieste dagli utenti.

Si tratta di un bel scossone perché se da un lato la motivazione tecnica sembra sia dovuta ad una “scarsa redditività del progetto dopo” (qui sotto un estratto) della comunicazione ufficiale:

IL PUNTO

… La serie DL verrà cancellata a causa di dubbi relativi alla loro redditività considerando l’aumento dei costi di sviluppo, e la diminuzione del numero di vendite attese causate dal rallentamento del mercato.

A quanto pare le fotocamere dovevano essere presentate e messe sul mercato nel mese di Giugno 2017, ma per ora il progetto è stato messo da parte e non si sa di preciso se svilupperanno dei nuovi modelli oppure lasceranno in modo definitivo questo segmento.

Questa notizia va a ad aggiungersi alla precedente del novembre 2016, dove Nikon annunciava una “ristrutturazione fondamentale a livello aziendale” e al nuovo avviso anche pubblicato nei giorni scorsi dove il marchio giapponese ha riconosciuto una perdita di 29,790 milioni di yen (oltre 250 milioni di euro):

In accordo con questa ristrutturazione, il Gruppo ha registrato straordinaria perdita di 29,790 milioni di yen, principalmente sostenuti da svalutazioni di magazzino…

Nikon affronta la questa situazione chiedendo il pensionamento anticipato a1.000 dipendenti (in cambio di un bonus). Questa operazione avrà un impatto sull’azienda con un costo di 16,7 miliardi di yen.

IL MIO PARERE

Indubbiamente per Nikon non sono tempi buoni questi. Mollare un progetto di questa importanza nel settore “Mirrorless” in questo periodo quando altre case stanno facendo bei numeri ed investono molto (vedi Fujifilm, Panasonic, Olympus) è molto discutibile.

Certo… è vero che anche Canon, il diretto concorrente di Nikon, sembra non voler investire tanto nelle Mirrorless, ma quanto meno non chiude tutte le porte a questo segmento e lo si vede con il loro ultimo prodotto Eos M5 che, per quanto ancora migliorabile, si tratta di un vero e proprio passo avanti rispetto alla tendenza precedente.

Ad ogni modo non dobbiamo dimenticare che Nikon non è l’ultima arrivata, si tratta pur sempre di una delle case leader nel mercato e che, secondo me, ha tutte le carte in regola per riprendere la strada buona. Magari hanno già definito la strategia vincente per il futuro e noi, ovviamente, ancora non lo sappiamo.