Pistole e proiettili

Armi e munizioni nelle organizzazioni

Nei western, libri e soprattutto fumetti e film da sempre grande enfasi è stata data alle armi. Nelle situazioni critiche serve sempre mettere le mani su una pistola.

Non accade quasi mai che quando l’eroe o il cattivo prende la pistola la scopra scarica e ben di rado in queste storie finiscono i proiettili.

Di pistola o fucile ne può bastare una, ma di proiettili ne servono molti. È vero che l’arma ha spesso un prezzo importante, ma tutti quei colpi, alcuni proprio speciali, non costano di meno, anzi…

Le munizioni invece contano poco. Che vuoi che sia. Quelle ci sono sempre state; sono comprese con le armi. Ne trovi dappertutto, costano poco, non è neppure necessario che siano buone, perché basta che lo siano le armi.

Anche le direzioni e i manager nelle organizzazioni e nelle istituzioni pongono grande enfasi sulle armi, sui metodi, gli strumenti, gli slogan, le formule, i mezzi, gli asset, stakeholder, piattaforme, etichette, media, strategie… oggetti preconfezionati venduti dalle fabbriche di armi internazionali, le stesse che riforniscono grandi imprese, grandi governi, grandi partiti.

Ora mi guardo intorno e vedo tanti eserciti, tanti eroi, tanti mercenari, tanti protagonisti altisonanti pieni di armi e fondine da far paura al mondo, ma a forza di riempirle di strumenti, finisce che nelle tasche o sulle cinture non hanno più posto per le munizioni: giusto un paio da fare bang bang, dopo di che sento solo tanti clic clic.

Beh le armi sono belle da guardare e da mostrare e fanno certo una grande impressione a tutti.

Spaventano anche solo ad estrarle, cosa che non accade con le munizioni, per quanto invece un’arma scarica non comporti alcun rischio, mentre una munizione maneggiata senza cura possa comunque esplodere e a volte far danni micidiali.

Delle armi come metafora nel lavoro e nelle istituzioni vi ho già fatto cenno.

Delle munizioni, invece, ditemi voi che cosa possono essere. Ce n’è almeno un tipo per ogni genere di arma e se sai di che cosa parlo non ti sarà difficile darti una risposta.

Diversamente…