EDIT, il social media management non è mai stato così semplice

Oggi vi parliamo di EDIT, startup accelerata in Hubble, insieme al suo team.

Matteo Martinelli, Front End Developer, Enrica Raffa, Social Media Manager, Marco Gallotta, Account Manager, Niccolò Carlo Costa, UI/UX Designer, Leo Mainardi, Full Stack Developer e Giacomo Ranzi, Full Stack Developer. Una squadra numerosa, che ha dato vita a questo progetto partendo dalla propria esperienza. L’obiettivo? Aiutare i Social Media Manager nel loro lavoro, creando una piattaforma in grado di gestire più social contemporaneamente per più clienti.

Quando e come nasce l’idea alla base del vostro progetto?

L’idea di creare qualcosa in grado di semplificare l’iter lavorativo dei Social Media Manager nasce dal bisogno più che mai realistico e concreto di quelli che, come noi, gestiscono quotidianamente una miriade di pagine Facebook, account Twitter e profili Instagram di clienti. Qualche mese fa, stanchi di lavorare con milioni di file Excel aperti, di memorizzare password improbabili e di demoralizzarci a causa dell’eccessivo costo dei tool al momento in commercio che in piccola parte avrebbero potuto semplificarci la vita, abbiamo detto: realizziamo una app nostra!

Come funziona esattamente?

Da qui nasce EDIT, una piattaforma grazie alla quale gestire i social network in modo semplice e intuitivo. Un luogo in cui i Social Media e gli addetti ai lavori coinvolti possono fare un vero e proprio lavoro di squadra, senza intoppi e dispersione di informazioni.

Quanto la vostra formazione/esperienza lavorativa ha influito nella crescita del progetto?

Indubbiamente la nostra esperienza lavorativa, come anticipato, è il motore di tutto il progetto. E ci rende ben consapevoli di quelle che sono le esigenze del nostro target.

Quali sono gli obiettivi di business che avete già raggiunto?

EDIT è al momento allo stato embrionale. Quindi non possiamo parlare di effettivi obiettivi raggiunti in quanto una prima fase di beta testing da parte di personalità di settore (e la successiva commercializzazione vera e propria) deve ancora partire.

Quali sono i competitor e in cosa la vostra azienda è differente?

Il segmento di mercato è denso di competitor, diretti ed indiretti (i social network stessi, ad esempio, nelle proprie funzionalità native di pubblicazione e sponsorizzazione sono da considerarsi tali). Tuttavia, crediamo fortemente nella realizzazione di un tool focalizzato sull'esperienza del lavoratore, che può approcciarlo e utilizzarlo in maniera semplice e sicura. EDIT è un amico a cui rivolgersi per lavorare meglio, sia grazie all'automazione e alla semplificazione dei processi, ma soprattutto grazie alla community che orbita intorno ad esso e al suo interno.

Quanto è utile per lo sviluppo del vostro progetto essere in Nana Bianca?

Probabilmente, senza la spinta di Nana Bianca EDIT sarebbe rimasto qualcosa che avremmo utilizzato solo internamente, nella nostra quotidianità lavorativa. L’ambiente altamente professionale, che abbiamo il privilegio di condividere sia con gli altri ragazzi coinvolti in questa “missione”, sia con le personalità cardine di questa realtà, sta rendendo tutto concreto, reale, effettivamente misurabile.

Buoni propositi per il futuro?

Applicare al meglio tutti gli insegnamenti che ci vengono elargiti quotidianamente. Dalle lezioni ai consigli dei mentor vogliamo fare tesoro di ogni suggerimento e, perché no, applicare il metodo acquisito per tantissimi progetti futuri.

Per voi Nana Bianca è…

Innovazione, competenza, genialità.