Hubble Acceleration Program: 270 candidature raccolte e 563 giovani imprenditori incontrati

Anche la terza call di Hubble si è conclusa nel migliore dei modi: al termine del processo di selezione sono state 4 le startup selezionate e 10 gli imprenditori incontrati.

Il programma di accelerazione promosso da Nana Bianca, Fondazione CR Firenze e Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione ha avuto un grande successo anche questa volta. Alla terza edizione del percorso di venture building aumentano le candidature ed emerge un sempre più tangibile taglio internazionale.

Il 39% delle startup che hanno fatto richiesta ha sede fuori dei confini nazionali, il 14% provengono dall’Europa centrale, il 9% dall’Asia, l’8% dall’Africa, il 4% dal Nord America e il restante 3% dall’Europa dell’est. In tutti i casi è confermata la volontà di aprire la propria startup a Firenze. Confermata anche la giovane età degli startupper, che difficilmente superano i 30 anni. Sempre determinati, competenti e con tanta voglia di realizzare i loro progetti.

Dalla fase di screening sono emerse 30 startup, invitate a presentare il proprio progetto davanti al team di Hubble. Determinanti per la selezione i vantaggi di business, lo status tecnologico attuale, la composizione del team, la disponibilità a lavorare per 4 mesi mesi in Nana Bianca e la scelta di Firenze come ecosistema per far nascere la propria impresa. Le aree di interesse che hanno fatto application? Molti progetti hanno come focus software basati su Machine Learning e Intelligenza Artificiale applicata a processi industriali e servizi al consumatore. In crescita anche i progetti che lavorano su software che fanno della voce e dei comandi vocali le tecnologie più interessanti per i prossimi anni.

Insieme a Fondazione CR Firenze ed a Fondazione per la Ricerca dell’Università di Firenze, stiamo lavorando alla costruzione di un ecosistema fatto di giovani talenti che condividono lo stesso sogno di costruire le loro imprese, in Italia, a Firenze. Fanno parte di questo ecosistema tre strumenti: il programma di accelerazione Hubble, uno spazio di lavoro ampio e attrezzato in cui condividere esperienze e idee, un calendario di eventi verticali sui modelli di business e gli strumenti per fare impresa del futuro.

Afferma Alessandro Sordi, co-founder di Nana Bianca. Gabriele Gori, direttore generale della Fondazione CR Firenze, sostiene:

Siamo molto soddisfatti del programma Hubble. Anche per questa terza call sono pervenute tante richieste di partecipazione che ci fanno capire che ci stiamo muovendo nella direzione giusta. La qualità dei progetti si è ulteriormente innalzata rispetto alle altre due edizioni che hanno permesso la nascita di 12 start up, la creazione di 40 nuovi posti di lavoro e la formazione di 28 imprenditori. Da parte nostra ci impegneremo a potenziare il programma e a migliorarlo nel prossimo futuro.

In concreto, cos’è Hubble?

Le startup, selezionate attraverso una apposita call, ricevono un finanziamento seed di 50.000 Euro per sostenere la loro crescita sul mercato. 16 settimane di lavoro per un percorso di duro e puro venture building presso le strutture di Nana Bianca, a Firenze. Ogni team conta su una mentorship internazionale e di alto profilo, un mix bilanciato di sessioni di formazione su 4 moduli, dal Product Development al Go To Market ed il meglio dei servizi digitali per lo sviluppo del business.

Queste le 4 aziende selezionate: VideoDrome, RoomMate, Rifò e Labsitters.

VideoDrome

Si parla di content marketing. E più precisamente di contenuti video da veicolare digitalmente, che siano leggeri e curati. Il target di riferimento? I Millennials e la mobile generation, cresciuti con lo smartphone sempre in mano e abituati a fruire sempre più velocemente di notizie, programmi d’intrattenimento e, quindi, di contenuti.

Room Mate

Una piattaforma nata per semplificare la vita tra coinquilini, dal dividersi i costi delle bollette e delle spese fino alle piccole riparazioni che quotidianamente si devono affrontare. Fino adesso i download dell’applicazione sono stati oltre 3000, con ottimi feedback da parte dell’utenza. Quale sarà il prossimo step?

Rifò

In un mercato sempre più attento a ciò che è rispettoso dell’ambiente, il team di Rifò disegna, produce e vende online capi di abbigliamento e accessori realizzati al 100% con fibre di tessuti riciclati. E, come se non bastasse, rigorosamente prodotti in Italia. Più precisamente a Prato.

Labsitters

Startup già presente in Nana Bianca all’interno del programma Hubble Light, Labsitters offre laboratori creativi a domicilio tenuti interamente in lingua inglese e destinati a bambini e ragazzi fino ai 13 anni. Ogni attività è pensata per ascoltare e parlare la lingua inglese, che viene così appresa attraverso il gioco e, al tempo stesso, promuovendo l’interazione e la condivisione tra bambini.

Like what you read? Give Nana Bianca a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.