Teyuto, la startup che punta sui video per la community dei professionisti

Dopo aver partecipato al programma di accelerazione Hubble, Teyuto propone già centinaia di serie premium su marketing, finanza e coaching. L’intervista al cofounder Marcello Violini

Sono nati con l’obiettivo di aiutare studenti e tutor universitari offrendo loro la possibilità di organizzare lezioni come in videoconferenza. Prima Teiuto, si chiamava così la startup bolognese (abbreviativo di “ti aiuto”). Poi ha tolto la i per diventare Teyuto, un sito con contenuti premium che ha cambiato pelle per rivolgersi ai professionisti che possono monetizzare grazie a video che caricano sulla piattaforma.

«Finora ne contiamo 1400, divisi in circa 400 serie. Siamo a oltre 400 content creator», spiega Marcello Violini, Cofounder della startup insieme a Marco Fiorilli e Lorenzo Nargiso. Insieme hanno concluso il percorso di accelerazione Hubble a Firenze.

«La differenza di Teyuto rispetto ad altre piattaforme — aggiunge Violini — è che l’audience deve pagare per vedere, oltre al fatto che noi ci concentriamo solo sui video. Chi ad esempio è interessato a una serie sul marketing può accedere con un abbonamento mensile o pagando la singola serie».

Nei primi anni la piattaforma si è specializzata sperimentando anche le potenzialità nel campo dell’e-learning aziendale. «Per ora il mercato è l’Italia. All’estero esistono altre realtà molto forti come Patreon. Il nostro target è soprattutto il mondo dei professionisti: i contenuti che vanno per la maggiore sono quelli che riguardano la consulenza finanziaria, il marketing e il coaching».