Facebook, dai live al 360: le novità in arrivo

Alla conferenza annuale dell’Ona, la Online News Association, la presenza di Facebook si è sentita parecchio. Buone pratiche, consigli, road map, qualche indicazione sulle novità dei prossimi mesi. Tralascio la modalità “noi Facebook siamo qui per voi, media” per soffermarmi sugli spunti. Video video video, 360 360 360.

Ecco, in sintesi, le novità che saranno introdotte dal social nei prossimi mesi.

Facebook Live

  • Sarà possibile invitare qualcuno a partecipare alla propria diretta. Il post ha un tag e la seconda persona viene mostrata in una sovrafinestra in alto a destra. Per ora è disponibile solo con Mention su iOs e chiedendo in anticipo l’abilitazione. Come in questo esempio:
La diretta con ospite
  • Broadcasting via web per organizzare Q&A
  • Comment pinning”: durante la diretta si potranno “fermare” e selezionare dei commenti, per esempio se contengono una domanda, perché restino visibili
  • Sarà possibile programmare i live
  • Ci sarà una tab per i video in fondo alla app
  • Tra i ruoli della pagina sarà introdotto “broadcaster” così i giornalisti che fanno i live non dovranno necessariamente essere anche admin
  • I live saranno verticali. Per ora è un test, ma si andrà in questa direzione. Secondo Facebook migliorano l’esperienza dell’utente, anche nel visualizzare i commenti e le reactions
  • Ci saranno nuovi insights, molto più precisi (età, sesso e provenienza di chi guarda)

Video 360

Un milione le foto 360 pubblicate su Facebook ogni settimana, 250mila gli upload di video 360, 280 milioni le persone che hanno visto un video 360. Il motto dell’azienda di Mark Zuckerberg in questo momento è “Stiamo tutti imparando” con la certezza di un investimento su questo filone, audio compreso (entro la fine dell’anno).

La mappa di calore negli insights dei video (foto: Media.Facebook)
  • Negli insights è attiva la mappa di calore per capire dove la gente sta guardando
  • È già in parte possibile aggiungere dei “punti di interesse” al momento del caricamento del video 360: lungo la timeline del video si possono fissare dei punti cosi da “trascinare” e “fissare” l’utente su quel punto del video
I punti di interesse del video (foto: Media.Facebook)

Video nativi

  • Il 50% dei video sul social viene visualizzato senza audio. Facebook sta però sperimentando in Australia l’autoplay con l’audio attivo
  • La tendenza sarà più diffusione per i video verticali

Instant Article

  • Possibilità di “call to action”: ci sarà per esempio uno spazio per lasciare la propria mail e gli indirizzi saranno a disposizione per campagne (in fase di test)
  • Nuovi format grafici allo studio

Qui il video del keynote di apertura con Samantha Barry, senior director Social News alla Cnn, che ha intervistato Fidji Simo, Director of Product per Facebook. E qui il liveblog.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.