Come rinnovare casa con poca spesa

Rinnovare casa in modo economico: come trasformarla spendendo poco

Al giorno d’oggi sono tante le persone che hanno intenzione di rinnovare la propria casa e donarle un aspetto diverso.

Questa esigenza nasce spesso dalla volontà di prendere spunto dalle ultime tendenze in fatto di moda ed arredamento che propongono soluzioni allettanti ma anche piuttosto dispendiose.

Per essere sempre al passo con i tempi e non farsi trovare impreparati non è necessario però spendere una fortuna. Esistono infatti dei metodi che è possibile adottare semplicemente e che garantiscono lo stesso risultato con una spesa davvero minima.

Non tutti infatti hanno la possibilità di acquistare mobili e arredo nuovi per la propria casa a seconda delle mode del momento.

Non temere però: ti bastano solamente dei piccoli e pratici accorgimenti (a cui magari non avevi mai pensato ma che avevi sotto gli occhi) per riuscire ad ottenere la massima resa.

La prima cosa che devi fare è sicuramente stabilire un tetto massimo: in questo modo potrai calcolare tutti i costi e fare un preventivo per non sforare il budget.

Se non hai fretta di rinnovare l’intero appartamento puoi sempre concentrarti soltanto su una zona per poi proseguire con il resto delle stanze un po’ per volta.

Considerare l’importanza dei pavimenti: rinnovare partendo dalla base

Se vuoi rinnovare la tua casa e stravolgerla completamente rispetto a come è al momento devi partire dalle basi, ovvero dai pavimenti.

Questi ultimi infatti costituiscono una buona parte dell’intera abitazione e non devono essere trascurati.

L’impatto visivo infatti è estremamente importante: un pavimento poco gradevole e che stona con l’ambiente circostante darà la sensazione di una casa trascurata e poco accogliente.

Una tipologia di pavimento estremamente richiesta ed apprezzata è sicuramente quella in legno.

Esso è in grado di conferire alla stanza un carattere forte e deciso, ma al tempo stesso molto caldo e familiare.

Pavimenti realizzati da Novalinea Arredo

Oltre a ciò il pavimento in legno è anche molto pratico e funzionale in quanto è piuttosto resistente agli urti e ai vari danneggiamenti e riesce a durare nel tempo molto di più rispetto ad altri materiali.

Esistono sul mercato tantissime tipologie di pavimenti in legno che rispondono alle diverse esigenze da parte dei clienti: ovviamente, maggiore sarà il pregio del legno e più alto sarà il suo costo.

Ci sono però dei tipi di parquet che non richiedono un dispendio economico troppo elevato ma che, al tempo stesso, assicurano una qualità eccellente.

Per rinnovare i pavimenti della propria casa quindi si può optare per questa soluzione: per ottenere un risparmio ancora maggiore puoi prediligere il parquet solamente in alcuni ambienti della casa come ad esempio il salotto, la camera da letto oppure lo studio.

In questo modo riuscirai comunque a regalare alla casa un aspetto raffinato e signorile senza spendere cifre esorbitanti.

Sei curioso di sapere quanto può costare rifare il pavimento della tua casa? Senza impegno, richiedi un preventivo cliccando qui.

Pavimenti realizzati da Novalinea Arredo
Questo articolo ti piace o ti torna utile? Condividilo con i tuoi amici, clicca “mi piace”!

Tinteggiare da soli: dare colore e vivacità alle pareti

Un altro elemento fondamentale in qualsiasi abitazione sono senza dubbio le pareti. Infatti, a seconda delle tonalità, possono conferire alla stanza un’aria completamente rinnovata.

Pertanto comincia a tinteggiare le pareti della tua casa senza rivolgerti a delle ditte specifiche: si tratta di un lavoro non eccessivamente impegnativo che chiunque può riuscire a fare, anche i meno esperti.

Ciò che occorre sono solamente alcuni materiali utili e naturalmente la vernice del colore che preferisci.

In un primo momento potrebbe sembrarti estremamente complesso ma, man mano che prenderai confidenza, ti sarà tutto più facile.

Inoltre puoi rendere il lavoro più divertente facendoti aiutare da qualche amico, in questo modo unirai l’utile al dilettevole e limiterai senz’altro le spese.

Prima di tinteggiare però ricorda di coprire bene tutte le superfici e i mobili in quanto potrebbero rovinarsi irrimediabilmente. Inoltre, dopo aver pitturato, dovrai ricordarti di far arieggiare la casa per alcuni giorni in modo tale da allontanare l’odore forte della pittura.

CLICCA QUI e poi vai sul menu “cataloghi”

Se vuoi risparmiare scegli la pittura colorata ma semplice, più economica rispetto ad una più elaborata. Fai inoltre molta attenzione alla scelta dei colori che andranno a rivestire le tue pareti.

È consigliabile optare per tonalità neutre, basiche, che non stanchino poi durante gli anni.

Pertanto cerca di evitare le nuance troppo accese e stravaganti come ad esempio il blu notte o il nero che potrebbero risultare troppo cupi dopo un po’ di tempo.

Se comunque vuoi mantenere un tocco di originalità puoi decidere di tinteggiare solamente una o due delle quattro pareti delle stanze e lasciare le altre bianche. In questo modo l’effetto non sarà eccessivo e l’ambiente risulterà anche più luminoso.

Cambiare la disposizione dei mobili: trasformare la stanza senza spese

Per trasformare interamente la tua casa oppure solamente una stanza non è necessario acquistare dei mobili nuovi e buttare via quelli vecchi.

Quello che puoi fare infatti è estremamente semplice: basta cambiare la disposizione dei mobili.

Questo accorgimento può sembrare banale ma non lo è affatto: sistemare l’arredamento in modo differente può conferire un aspetto completamente originale all’ambiente.

Questa operazione però richiede una certa creatività e un pizzico di fantasia. In salotto, ad esempio, prova a rivolgere il divano verso un’altra parete oppure collocalo al centro della stanza.

Metti la libreria dello studio nell’ingresso oppure la scrivania nella camera da letto. Insomma, lasciati ispirare dal tuo gusto personale e prova a prendere spunto da qualche rivista oppure su internet.

Ovviamente tieni sempre conto delle esigenze di spazio e se la stanza non è molto ampia cerca di non sovraccaricarla inutilmente per non renderla ancora più piccola.

Infine, se un mobile non incontra più il tuo gusto, prima di sbarazzartene puoi provare a donargli nuova vita verniciandolo e decorandolo a tuo piacimento.

In questo modo avrai un oggetto del tutto nuovo in casa senza aver speso nulla.

Scegliere attentamente i complementi d’arredo: l’importanza dei particolari

I complementi d’arredo in una casa possono realmente fare la differenza.

Essi generalmente sono degli oggetti poco costosi che però riescono a dare vivacità e personalità ad una stanza. In camera da letto ad esempio puoi scegliere delle lenzuola colorate, in tinta unita oppure a fantasia, che si sposino bene con il resto dell’arredamento.

Utilizza dei cuscini morbidi e originali per abbellire il letto e prediligi specchi dal design particolare: non ti distaccare troppo però dallo stile con il quale hai arredato la casa in modo tale da non creare un effetto confusionario.

In salotto disponi dei grandi tappeti della fantasia che preferisci ai piedi del divano oppure sotto ad un tavolino. In cucina invece scegli piatti, posate e bicchieri di colorazioni variopinte oppure dalle forme particolari.

Anche la scelta dei soprammobili è essenziale: opta per quelli che maggiormente rispecchiano il tuo gusto ma non eccedere nel numero.

Non sottovalutare poi l’importanza delle lampade. Che siano da tavolo, da pavimento oppure plafoniere non importa, ciò che conta è che siano in grado di illuminare l’ambiente e creare un’atmosfera romantica ed ospitale.

Non sottovalutare i tendaggi: come scegliere i tessuti e le tende migliori

Per abbellire e rinnovare con poco una casa è importante anche non sottovalutare la scelta dei tessuti e dei tendaggi.

Questi ultimi infatti riescono a donare alla stanza un’aria molto più calda e familiare.

Che siano semplici oppure più d’avanguardia, disponi delle tende per ogni finestra della casa.

Tieni bene a mente che, se sono più sottili e trasparenti, faranno entrare una maggiore quantità di luce all’interno della casa e renderanno quindi quella zona molto più luminosa; se invece adotti delle tende più spesse la luce che entrerà nella stanza sarà più fioca e debole.

Pertanto puoi optare per questa tipologia di tenda in una camera da letto nella quale l’atmosfera deve essere più rilassante e soffusa, mentre illumina la cucina o il salone con tendaggi non troppo spessi.

Per i tessuti (sia delle tende che degli altri complementi d’arredo) hai infinite possibilità tra cui poter scegliere come ad esempio la pelle, la lana, il cotone, l’acrilico.

Se vuoi risparmiare orientati su dei tessuti composti da materiale misto che solitamente sono quelli meno costosi.

Tuttavia non dimenticare di considerarne le condizioni: va bene fare economia, ma non a discapito della qualità.