Photo credits: Meniga News Blog

Il conto corrente diventa spazio di marketing

Una trasformazione data-driven che apre straordinarie opportunità.

Roberto Maggio
Sep 19 · 5 min read

Nota: questo articolo, scritto a quattro mani con Luca Troisi, Founding partner e Chief Digital Officer presso Enhancers, fa parte di una serie dedicata al futuro del fintech ed è apparso in origine su fintechdistrict.com.

1. Goodbye, marketing funnel

Il cosiddetto intent, così come l’ha codificato Google, è il nuovo protagonista del marketing: l’intenzione sfuggente, ma fortemente contestuale, che orienta i percorsi di acquisto contemporanei, tutt’altro che lineari e prevedibili. Gli utenti non procedono più da sinistra verso destra o dall’alto verso il basso — dall’awareness alla loyalty — come nei modelli tradizionali; si muovono invece in tutte le direzioni possibili, tornando spesso sui propri passi o partendo per la tangente, in modi molto difficili da prevedere (ne abbiamo parlato in un precedente articolo).

Un modello di sintesi per la lettura delle customer journey non lineari.

2. Da estratto conto a experience hub

La trasformazione epocale del conto corrente in spazio attivo, potente strumento gestionale, cruscotto finanziario operativo, grazie anche all’apertura verso l’esterno determinata dalla direttiva europea PSD2, inaugura un campo di straordinarie opportunità di marketing e commerciali.

L’uso del denaro e i pattern di shopping sono la proxy più affidabile per scoprire i reali comportamenti delle persone.

Non solo, l’integrazione tra questi dati e quelli raccolti on line da player non bancari potrebbe alimentare motori di predizione davvero precisi ed efficaci.

Tra le innumerevoli intenzioni che si manifestano, la banca conosce alla perfezione quelle che si realizzano.
Photo credits: Meniga News Blog
Photo credits: Curve Instagram @imaginecurve

3. Lifestyle banking

Le potenzialità che si sprigionano da questa mutazione — e i relativi modelli di business — sono innumerevoli, dall’introduzione di servizi di subscription al collegamento con gli assistenti vocali in logica di “a-commerce” (acquisti delegati alle intelligenze artificiali), e molto altro ancora.

Il valore dell’emotional bond.

Nulla di personale

Le nostre esperienze quotidiane analizzate con gli occhi di uno user experience designer. Perché la UX è intorno a noi anche se non sappiamo di cosa si tratta. http://enhancers.it/

Roberto Maggio

Written by

Partner, Director of Content, Head of Verbal Design at Enhancers, the digital product factory www.enhancers.it

Nulla di personale

Le nostre esperienze quotidiane analizzate con gli occhi di uno user experience designer. Perché la UX è intorno a noi anche se non sappiamo di cosa si tratta. http://enhancers.it/

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade