Cadute d’Autunno

Alberto Ziveri
Sep 23, 2017 · 4 min read

In inglese starebbe meglio, “Falling Days”, per Fall tradotto come “Autunno”. Ma anche in italiano non suonava male. In qualunque modo vengano chiamati, a seguito di un’estate veramente calda, abbiamo deciso di fare un salto fuori città, nel mezzo dell’Appennino Tosco-Emiliano a 45 minuti lontano da Parma, dove si trova il “rifugio” di Filippo, uno dei nostri farmers.

Il motivo della nostra visita a Sesta, accompagnati da Lorenzo ed Aurora, è che qui c’è sempre fresco e ventilato talvolta di notte anche freddo. Il clima perfetto per testare i nostri nuovi prodotti in Lana Cornigliese. Inoltre Filippo doveva controllare che la casa fosse pronta per l’inverno ed è stata anche un’ottima occasione per portare i suoi cani a fare un giro al di fuori delle mura del giardino.

Sesta, infatti, non è un paesino di montagna come tanti altri, era la casa dell’ artista Walter Madoi (1925–1976) ed è diventata famosa per i dipinti dell’artista, sparsi per le mura del paese.

Sesta è molto vicina a Corniglio, la casa delle nostre pecore Cornigliesi.

All’interno della casa c’erano circa 10 gradi, nonostante ciò decidemmo di non accendere il riscaldamento perché non saremmo rimasti per molto. Un motivo in più per provare adeguatamente il nostro Panno Cornigliese ed i Berretti.

Ogni prodotto Cornigliese presenta una differenza quasi impercettibile in termini di isolamento e morbidezza, dovuta dalle tinture biologiche in filo e alle successive lavorazioni a maglia di stampo artigianale. La pecora Cornigliese, lo ammettiamo, non ha la lana più soffice (confrontata con lane burrose come il Cashmere o l’Alpaca). Deriva dalla Merino Spagnola e da Pecora Locali Italiane, ed è stata trattata nel modo più puro e rispettoso dell’ambiente possibile.

Questo genera una lana grezza e autentica al 100%, quindi senza alcuna traccia di sostanza chimica o sintetica, ma ovviamente bisognerà abituarsi ad indossarla. Come dice Aurora:

“È incredibile che nonostante sia un 100% lana abbia questa mano, questi prodotti sono semplicemente puri, senza acrilici o altre sostanze chimiche. Ed è italiana, ti ricorda il nostro territorio!”.

Inoltre, più viene lavata (è lavabile ad acqua senza che si infeltrisca), più diventa morbida.

La Lana Cornigliese è una lana a pelo corto, significa che è spesso scartata dall’industria perché è difficile da lavorare e difficile renderla più morbida. In realtà, le lane a pelo corto hanno qualche vantaggio. Infatti risultano essere molto calde nonostante ciò hanno anche la facoltà di far traspirare molto la pelle, evitando così di sudare come può capitare invece con il Cashmere o Alpaca, che spesso sono fin troppo isolanti.

In questa casa, ed in questo luogo, elementi di natura raffinata si combinano con i nostri prodotti Cornigliese come un unicum.

Nel mentre abbiamo anche preparato la casa per l’inverno.

Il Berretto Cornigliese è caldo, ma non troppo perché l’abbiamo appositamente pensato “leggero” ovvero composto di soli due fili intrecciati. Questo consente un’ottima termoregolazione della pelle e lo rende adatto a temperature non eccessivamente rigide.

Opera Campi Pictures by Alberto Ziveri and Filippo Tommasini

With Lorenzo Maestri & Aurora Pettenati

OPERA CAMPI

Premium biotech fabrics and garments from Italy.

Alberto Ziveri

Written by

Running operacampi.com , designing HR solutions for Studio Ziveri and designing AI with Divisible Odd

OPERA CAMPI

Premium biotech fabrics and garments from Italy.

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade