Cosa penso del Polar RC3, la mia recensione del Cardiofrequenzimetro

Il Polar RC3 con GPS integrato è un prodotto dalle mille funzioni perfette per chi desidera allenarsi con il meglio della tecnologia per tracciare i propri progressi.

Scopri tutte le altre colorazioni qui

Nonostante tutto è molto semplice provvedere all’impostazione delle sue funzioni grazie alla guida introduttiva in dotazione con orologio, ma anche grazie al chiarissimo manuale d’uso che si può scaricare dal sito Polar.

Lo recensisco in questa guida con la mia opinione personale ma specifico che ancor prima di acquistarlo avevo già riposto molta fiducia in questo prodotto proprio grazie alla presenza del GPS.

Il cardiofrequenzimetro Polar RC3 è in grado di fornire in modo alquanto preciso i dati legati alla velocità, alla distanza e le informazioni sul percorso che stiamo affrontando.

Questi dati vengono costantemente aggiornati durante l’attività sportiva praticata all’aperto attraverso la precisione della tecnologia del Global Positioning System.

Un altro aspetto positivo è la ricarica della batteria che può avvenire in modo veloce attraverso qualsiasi PC, infatti è sufficiente collegarlo ad un computer attraverso un semplice cavo USB.


Polar RC3 GPS Cardiofrequenzimetro

  • Rileva percorso, velocità e distanza grazie al GPS integrato. Mostra i dati dell’altitudine durante e dopo l’allenamento.
  • Running Index misura le tue performance
  • Batteria ricaricabile, fino a 12 ore di autonomia con GPS attivo

Vedi su Amazon >


In questo modo possono anche essere facilmente trasferiti tutti i dati raccolti nel dispositivo direttamente sul proprio computer di supporto per approfondire le analisi e capire se si miglira nel tempo o meno.

Tutte queste informazioni sono contenute anche nella guida introduttiva presente nella scatola di imballaggio che comprende l’RC3 ed il cavo USB.

Non posso utilizzare questo dispositivo per i miei allenamenti di nuoto perché non è resistente all’acqua. Resiste sotto la pioggia, ma di certo non si può nuotare tenendolo al polso. Anzi, tendo a toglierlo sempre anche per fare la doccia per non correre il rischio di compromettere il suo funzionamento.

I vantaggi

Avere un cardiofrequenzimetro con il GPS ha assolutamente i suoi vantaggi. In pratica il dispositivo riceve i segnali trasmessi dai satelliti per poter determinare la posizione esatta in cui ci si trova.

Non sempre funziona perfettamente, ma la sua presenza permette di calcolare l’altitudine, la distanza e la mappatura del percorso di allenamento.

Tra gli altri vantaggi c’è senza alcun dubbio anche la retroilluminazione del display. Quando la luce naturale non consente una buona visibilità, la retroilluminazione consente di consultare senza difficoltà l’indicatore della data e del giorno della settimana, con tutte le informazioni dettagliate sulla frequenza cardiaca. Si nota subito che i caratteri impressi sul display sono abbastanza grandi e quindi appaiono fin da subito molto chiari.

La batteria ha una buona durata. Usando in mondo continuativo il GPS la sua durata è di 12 ore, dunque impostandolo il dispositivo per un’ora di allenamento quotidiano con GPS attivo la durata della batteria è di quasi 11 giorni e in alcuni casi arriva proprio a due settimane. Insomma, quasi come tutti i dispositivi l’autonomia della batteria dipende dall’uso che se ne fa.

Trovo che sia molto comoda la presenza dell’indicatore della batteria scarica e del blocco tasti, infatti questa funzione consente di non apportare alcuna modifica involontaria alle impostazioni stabilite prima dell’allenamento.

Funzionalità

Le funzioni offerte dal Polar RC3 sono veramente numerose e molto affidabili. Per questo motivo il mio consiglio è quello di leggere attentamente la guida introduttiva in dotazione con il dispositivo, ma anche di cercare in rete tutorial e pareri più dettagliati.

Per esempio prima di procedere con l’acquisto ho voluto accertarmi della compatibilità di alcuni accessori e ho così scoperto che vanno bene i sensori di frequenza cardiaca Polar H2 e H3, possiedo l’H2 dunque posso continuare ad utilizzarlo anche con questo cardiofrequenzimetro.

Il Polar RC3 consente di fare veramente tante cose, ad esempio si possono trasferire e sincronizzare i dati con l’uso del software PolarPersonalTrainer.com.

Dal menù si possono regolare le impostazioni, ma anche personalizzare il display. E’ possibile inoltre conoscere i dati sul dispendio calorico con le percentuale dei grassi e registrare tutti gli allenamenti della settimana per consultare un pratico riassunto finale.

Si può entrare a far parte anche di una community grazie al Polar Personal Trainer. Si può avere così un diario di allenamento online grazie ad una comunità interattiva che in alcuni casi svolge anche il ruolo di motivatore.

E’ possibile far analizzare l’allenamento svolto solo trasferire i dati dal disponitivo al servizio Polar Personal Trainer attraverso il cavo USB e il software WebSync che sono disponibili in dotazione.

L’aspetto che un po’ mi ha deluso è quello del suono. Partendo dal presupposto che il Polar RC3 sia un buon prodotto, ho notato che il volume dei suoi durante gli allenamenti è troppo basso.

Per esempio quando vado a correre in compagnia non riesco a sentirli, mentre quando sono da solo non ho riscontrato grande difficoltà. In bicicletta per adesso non mi sembra molto consono proprio perché troppo basso.

Compatibilità degli accessori

Quando si sta per acquistare un nuovo cardiofrequenzimetro spesso tra le prime caratteristiche che si vanno ad approfondire c’è la compatibilità e la presenza di accessori. Questo è un aspetto che non bisogna sottovalutare perché spesso la compatibilità può garantire anche una serie di risparmi.

Grazie alle informazioni presenti in rete ho scoperto che gli accessori compatibili con il Polar RC3 sono i sensori di frequenza cardiaca Polar H2 e H3.

Il sensore per rilevare la frequenza cardiaca funziona in modo preciso rilevandola dai battiti del cuore e invia i dati al training computer in tempo reale. Il sensore è composto da un trasmettitore ed un elastico regolabile.

Buono ma non sempre reciso

E’ adatto a qualsiasi tipo di allenamento, ma in alcuni casi ho notato che il contatto del cardiofrequenzimetro può perdere il segnale rilevando così un valore errato.

Questo fa venir fuori tutta una serie di dati errati riferiti proprio all’allenamento, come per esempio la velocità della corsa. Il risultato non sarebbe del tutto affidabile perché alcuni dati rischiano di non essere proprio registrati.

Probabilmente il problema si trova nel segnale del GPS che in alcuni luoghi sembra essere quasi del tutto assente o molto lento, compromettendo così la registrazione dei dati.

Il cardiofrequenzimetro permette di misurare la frequenza cardiaca massima e media con la percentuale di grassi, ma anche quella media, minima e massima dell’allenamento.

Buono il rapporto qualità/prezzo

In ogni caso il rapporto qualità prezzo è in ogni caso ottimo. Disponibile in diversi colori, quello nero è in vendita ad un prezzo di poco superiore ai 170€.

Altri colori invece sono in vendita anche ad un prezzo superiore ai 200€. Dal punto di vista estetico non è molto ingombrante e quindi può essere indossato anche come un semplice orologio o smartwatch.

Scopri gli altri orologi Polar