Cos’è politeismo e cosa non lo è

In più occasioni, ho sentito/letto critiche da parte di ebrei, musulmani, atei, agnostici, eccetera nei confronti del cristianesimo in quanto il cristianesimo, secondo questi, non sarebbe una forma di monoteismo, per via della trinità (che sarebbe una scopiazzatura della triade romana) e per il culto dei santi (in quanto i santi cristiani rappresenterebbero “in veste nuova” le antiche divinità). Per quanto riguarda la trinità (padre, figlio e spirito santo), in realtà si tratta di UN UNICO DIO in tre forme diverse. Non è minimamente paragonabile alla triade arcaica (Giove, Marte e Quirino) o alla triade capitolina (Giove, Giunone, Minerva): nel caso della triade romana infatti ci sono TRE DIVINITA’ DISTINTE, le quali, seppure abbiano dei legami fra di loro, sono indipendenti l’una dall’altra; ovvero, non esiste un’unica volontà o piano divino ma esistono necessità, volontà e strategie diverse da parte di ogni dio! Per quanto riguarda i santi cattolici, non sono paragonabili agli dèi. Possiamo mettere in risalto i vari aspetti di ogni singola divinità; questi aspetti (qualità e azioni) diversi sono ciò che fanno sì che chiamiamo una divinità con un nome o con un altro; certi nomi addirittura sottolineano la qualità, per esempio: la dea veneta Reitia era chiamata anche “Pora” (protettrice del parto e dei passaggi all’età adulta) o “Sainate” (colei che sana, guarisce). Nel caso dei santi cristiani, non sono le diversità a sancire la “santità”, ma sono SOLO ed ESCLUSIVAMENTE quelle azioni che portano maggior gloria al loro dio. Esempio: dalla madonna non emerge nessuna qualità ma emerge soltanto il fatto che abbia scelto di sottomettersi alla volontà del suo dio (anche la decisione di non fare sesso è volta in quella direzione). Quindi nei santi c’è un’UNICA direzione nelle loro azioni, mentre negli dèi ed eroi antichi le azioni sono MOLTEPLICI e talvolta CONTRASTANTI: vedi per esempio Prometeo che sfida e frega Zeus nonostante Zeus sia considerato come la maggiore divinità greca. Non conosco un santo cristiano che abbia sfidato e fregato il dio biblico. I santi sono solo burattini nelle mani del loro UNICO dio. Quindi il cristianesimo non ha le qualità per essere definito politeista.