Le radici dell’odio contro i Pagani

L’odio nei confronti dei Pagani Politeisti nasce con la bibbia. Prima del dio biblico, nessun dio disse: “Non avrai altro dio all’infuori di me.”! Per la prima volta nella storia delle religioni un dio si dimostra intollerante nei confronti degli uomini che seguono altri dèi. Così, con la bibbia nasce l’odio religioso nei confronti dei pagani politeisti. Questo odio emerge chiaramente dall’antico testamento; riporto da Deuteronomio da 13,1 a 13,18:

Se sorge in mezzo a te un profeta o un sognatore di sogni che ti proponga un segno o un prodigio,
e il segno o il prodigio di cui ti ha parlato si avvera e dice: “Seguiamo altri dèi che tu non hai mai conosciuto e serviamoli”,
tu non darai ascolto alle parole di quel profeta o di quel sognatore di sogni, perché l’Eterno, il vostro DIO, vi mette alla prova per sapere se amate l’Eterno, il vostro DIO, con tutto il vostro cuore e con tutta la vostra anima.
Seguirete l’Eterno, il vostro DIO, lui temerete, osserverete i suoi comandamenti, ubbidirete alla sua voce, lo servirete e rimarrete stretti a lui.
Ma quel profeta o quel sognatore di sogni sarà messo a morte, perché ha parlato in modo da farvi allontanare dall’Eterno, il vostro DIO, che vi ha fatto uscire dal paese d’Egitto e vi ha redenti dalla casa di schiavitù, per trascinarti fuori dalla via nella quale l’Eterno, il tuo DIO, ti ha ordinato di camminare. In questo modo estirperai il male in mezzo a te.
e tuo fratello, figlio di tua madre, tuo figlio, tua figlia, la moglie che riposa sul tuo seno o l’amico che ti è caro come la tua stessa anima ti incita in segreto, dicendo: “Andiamo a servire altri dèi”, che né tu né i tuoi padri avete mai conosciuto,
divinità dei popoli che vi circondano, vicini a te o da te lontani, da una estremità della terra all’altra estremità della terra,
non cedere a lui e non dargli ascolto; l’occhio tuo non abbia pietà per lui; non risparmiarlo, non nasconderlo.
Ma tu lo dovrai uccidere; la tua mano sia la prima a levarsi contro di lui, per metterlo a morte; poi venga la mano di tutto il popolo.
Tu lo lapiderai con pietre ed egli morirà, perché ha cercato di farti allontanare dall’Eterno, il tuo DIO che ti fece uscire dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù.
Così tutto Israele udrà e avrà timore, e non commetterà più una cosa malvagia come questa in mezzo a te.
Se in una delle tue città, che l’Eterno il tuo DIO, ti dà per abitarvi, senti dire
che uomini perversi sono usciti di mezzo a te e hanno sedotto gli abitanti della loro città dicendo: “Andiamo a servire altri dèi”, che voi non avete mai conosciuto,
tu farai indagini, investigherai e interrogherai con cura; e se è vero e certo che tale abominio è stato realmente commesso in mezzo a te,
allora passerai a fil di spada gli abitanti di quella città, votando allo sterminio essa e tutto ciò che vi è, e passerai a fil di spada anche il suo bestiame.
Poi ammasserai tutto il suo bottino in mezzo alla piazza e brucerai col fuoco la città e l’intero suo bottino davanti all’Eterno, il vostro DIO; essa rimarrà un cumulo di rovine per sempre e non sarà mai più ricostruita.
Perciò nulla di ciò che è votato allo sterminio si attaccherà alle tue mani, affinché l’Eterno desista dall’ardore della sua ira e ti usi misericordia, abbia pietà di te e ti moltiplichi, come giurò ai tuoi padri,
perché tu hai dato ascolto alla voce dell’Eterno, il tuo DIO, osservando tutti i suoi comandamenti che oggi ti prescrivo e facendo ciò che è giusto agli occhi dell’Eterno, il tuo DIO

Questo odio assassino è stato messo in pratica dai cristiani nella storia. Cliccate sui seguenti link se volete rendervene conto:

www.federazionepagana.it/cronologiagreca.html

www.federazionepagana.it/skitopolis.html

C’è da aggiungere che dal 785 in poi Carlo “Magno” attaccò i sassoni (nel 790 ci fù il culmine) e ne uccise 4500 solo perché erano pagani che non volevano convertirsi al cristianesimo. Poi fino all’804 ci furono continue deportazione di sassoni. Carlo Magno ha messo in pratica l’ordine criminale di Cristo, infatti Gesù dice (Luca 19–27):

Inoltre, conducete qui i miei nemici, che non hanno voluto che io regnassi su di loro e uccideteli alla mia presenza.

E questi comunque sono solo alcuni dei fatti accaduti fino all’860. Dopo l’860 ha continuato questo scontro di civiltà: la Lituania fù l’ultimo stato europeo ad essere cristianizzato (vediwww.giornopaganomemoria.it/lituania1385.html ). Piano piano un po’ alla volta, con l’illuminismo, la rivoluzione francese, l’Italia che con la breccia di porta pia prende a cannonate il Vaticano, la nascita delle repubbliche democratiche e delle moderne costituzioni, eccetera, un po’ alla volta siamo usciti dall’orrore cristiano. Oggi i cristiani non possono più condannare a morte, torturare o mettere in galera i pagani, non hanno più il potere di farlo, almeno in italia; ma lo farebbero volentieri se le società civili europee non avessero messo una camicia di forza al cristianesimo:http://youtube.com/watch?v=VjZQW8w6mCA

Riporto ciò che scrive Gustavo Zagrebelsky. Prima di tutto: di chi sto parlando? Da http://it.wikipedia.org/wiki/Gustavo_Zagrebelsky

Gustavo Zagrebelsky (San Germano Chisone, 1 giugno 1943) è un giurista italiano.

Nominato giudice costituzionale dal presidente della Repubblica Italiana il 9 settembre 1995, giura il 13 settembre 1995. È eletto presidente il 28 gennaio 2004. Cessa dalla carica di presidente il 13 settembre 2004. E’ attualmente docente di giustizia costituzionale presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino.

Riporto un tratto dell’articolo di Gustavo Zagrebelsky “Cosa pensa la chiesa quando parla di dialogo” pubblicato sul giornale La Repubblica del 10 gennaio 2007:

Su simili pretese è chiaro che il dialogo onesto che si auspicava all’inizio [con i cattolici, NDR] è impossibile. L’interlocutore non cattolico, per la chiesa, è uno che, in moralità e in razionalità, vale poco o niente; è uno che le circostanze inducono a tollerare, ma di cui si farebbe volentieri a meno. A ben pensarci, la “amichevole” proposta ai non credenti di “vivere [almeno] come se Dio esistesse” è conseguenza di questo disprezzo. Se ci si confronta con loro, è perché le condizioni storiche e concrete non consentono di fare altrimenti. Il dialogo non è questione di convinzione, ma di opportunismo dettato da forza maggiore o da ragioni tattiche, nell’attesa che cambi la situazione. C’è una distinzione molto cattolica tra tesi e ipotesi, una distinzione che consente alla chiesa i più spericolati adattamenti pratici anche molto distanti dalle sue concezioni del bene e del giusto. La tesi è la dottrina cattolica nella sua purezza; l’ipotesi è quanto di essa le circostanze permettono di realizzare. Il dubbio è che il dialogo, per la chiesa, sia solo “in ipotesi”, in vista di tempi migliori, come è per lo stratega di cui si diceva, che prende tempo per accrescere le sue munizioni.

Dice chiaramente: “Se ci si confronta con loro, è perché le condizioni storiche e concrete non consentono di fare altrimenti”. La chiesa cattolica si confronta con gli altri solo perché non può farli sbattere in galera! Conclude dicendo: “Il dubbio è che il dialogo, per la chiesa, sia solo “in ipotesi”, in vista di tempi migliori, come è per lo stratega di cui si diceva, che prende tempo per accrescere le sue munizioni.”. Detta a modo mio: la chiesa sta raccogliendo la legna in vista dei tempi migliori nei quali potrà bruciare vive le persone (o minacciarle o metterle in galera)! Sta facendo quello che hanno fatto i cristiani delle origini: i cristiani delle origini, essendo quattro gatti non potevano fare più di tanti danni, allora nel frattempo costruivano l’odio religioso (per tre secoli), finché poi, i cristiani, quando salirono al potere poterono mettere in pratica l’odio religioso che avevano costruito dal 70 in poi. Quello che ti ho letto è ciò che scrive una persona retta che ha a cuore i principi della Costituzione della Repubblica Italiana. Il mio consiglio è: quando un cristiano vi offende non porgete l’altra guancia (come vi dicono loro di fare), incazzatevi! Altrimenti, se trovano strada libera nell’offendere, quale sarà il loro prossimo passo? Non fate l’errore dei nostri antichi che hanno sottovalutato il problema cristianesimo! Serve a ben poco studiare storia se poi continuiamo a ricommettere sempre gli stessi errori!

Fine prima parte. La seconda parte la trovate cliccando qua:http://medium.com/%40williammasiero/un-luogo-comune-abbastanza-diffuso-%C3%A8-che-i-primi-cristiani-fossero-dei-poveri-martiri-mentre-solo-50eada6258a3