Paganesimo contro il maschilismo!

Che il dio dei cristiani sia ESTREMAMENTE MASCHILISTA è risaputo e ritengo non ci sia bisogno di elencare le numerose frasi maschiliste all’interno dell’antico e nuovo testamento. A me interessa sottolineare un episodio in particolare, cioè quello della cosiddetta “immacolata concezione”. Il significato etimologico di “vergine” è “fanciulla matura al matrimonio”, cioè in parole moderne nubile, libera. Non significa che non abbia ancora fatto sesso! I cristiani hanno trasformato il significato della parola, prima si riferiva alla persona, oggi la riferiscono alla vulva. In antichità era la donna ad essere importante, per i cristiani è invece solo una questione di figa. Questa bruttissima icona che i cristiani chiamano “Madonna” non ha fatto altro che costruire l’odio nei confronti della sessualità nel corso di questi secoli. Oltre a sottomettere le donne ovviamente: quando il dio biblico (per mezzo dell’angelo) dice a Maria che lei avrebbe messo alla luce il suo figlio, lei sa solo dire “sì padrone!”. MARIA, CHE I CATTOLICI CHIAMANO “MADONNA”, È LA PIÙ GRANDE FIGURA PORTATRICE DEL MASCHILISMO IN OCCIDENTE. Riporto cosa c’è scritto in Luca da 1,28 a 1,38:

E l’angelo, entrato da lei, disse: «Salve, o grandemente favorita, il Signore è con te; tu sei benedetta fra le donne»
Ma quando lo vide, ella rimase turbata alle sue parole, e si domandava cosa potesse significare un tale saluto.
E l’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio.
Ed ecco, tu concepirai nel grembo e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù.
Egli sarà grande e sarà chiamato Figlio dell’Altissimo; e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre;
e regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine».
E Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché io non conosco uomo?».
E l’angelo, rispondendo, le disse: «Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti adombrerà, pertanto il santo che nascerà da te sarà chiamato figlio di Dio.
Ed ecco Elisabetta, tua parente, ha anch’ella concepito un figlio nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese per lei, che era chiamata sterile
poiché nulla è impossibile con Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore; mi sia fatto secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Quindi MARIA È LA DONNA OGGETTO PER ECCELLENZA mentre IL DIO BIBLICO È LO SCHIAVISTA PER ECCELLENZA! Contrariamente a tutto ciò, nell’Athenaus Grammaticus (334b) ci viene presentato Zeus come un corteggiatore, che ha bisogno di utilizzare le proprie strategie per sedurre Nemesi. Ecco come riporta questa storia Kàroly Kerényi a pagina 95 del suo libro “GLI DÈI E GLI EROI DELLA GRECIA”:

Si raccontava che la dea fosse fuggita, perché non voleva unirsi in amore con il re degli dèi, figlio di Crono. Era turbata dal pudore e dalla giusta ira. Fuggì attraversando la terraferma e il mare. Zeus la inseguì cercando di prenderla. Nel mare essa si tramutò in pesce. Zeus frugò tutte le acque, fino all’Oceano e al margine della terra. Sulla terraferma essa prese la forma di animali terrestri, per sfuggire al dio che l’inseguiva. Alla fine Nemesi si trasormò in un’oca, ma Zeus assunse la forma di cigno e si congiunse con lei.

La storia fra Zeus e Leda è molto simile a questa che ho appena riportato: alla fine Zeus si trasforma in un bellissimo cigno, lei se ne innamora e si uniscono in amore. Zeus non è onnipotente, non ritiene di possedere Nemesi di diritto, cerca di conquistare Nemesi grazie alla propria capacità di corteggiare, ed alla fine ZEUS RIESCE A CONQUISTARE NEMESI CON LA BELLEZZA, NON CON L’AUTORITÀ! CONTRARIAMENTE AL DIO BIBLICO CHE SOTTOMETTE, ZEUS SEDUCE! CONTRARIAMENTE A MARIA CHE UBBIDISCE, NEMESI SI RIBELLA!

Per un femminismo politeista: http://medium.com/@williammasiero/la-bufala-della-grande-madre-antifemminismo-spacciato-per-femminismo-c224902b6584