Parole di Terra
Published in

Parole di Terra

ARMI di pace

Ieri sera, in televisione, un alto rappresentante della NATO ha ribadito di nuovo il concetto che è grazie agli armamenti, che dovrebbero funzionare da deterrente reciproco tra i vari blocchi di nazioni, che può essere garantita la pace. Mentre lo diceva mi è sembrato di intravvedere un momento di esitazione, un leggero tremore delle labbra, che sembrava ingannare quella verità così zoppicante, così vuota e priva di argomentazioni.

Ma, a questo punto, è urgente ricordare che su questo piccolo pianeta non c’è mai stato un solo momento di pace.

Siamo così miopi che riusciamo solo a guardare la tregua di 70 anni del nostro mondo occidentale, ma abbiamo perso di vista, cancellato dalla memoria, tutte le guerre, gli atti terroristici e di violenza che si sono succeduti ininterrottamente in tanti luoghi poco distanti da noi, per motivi riconducibili, sempre, alle più basse pulsioni umane, continuamente pronte ad alimentare sentimenti di odio, possesso, sopraffazione.

Le nostre memorie corte, il nostro torpore tecnologico, il nostro egoismo ci hanno fatto dimenticare gli orrori delle guerre passate e di quelle recenti. Abbiamo dimenticato le persecuzioni e gli eccidi di persone perfettamente uguali a noi.

Non conosciamo più il significato della parola olocausto, abbiamo gettato nel dimenticatoio anni di stragi e dittature sanguinarie, la guerra nella ex Jugoslavia, le morti del terrorismo di qualsiasi colore, le tante guerre in Africa, terra di un’umanità ormai dimenticata, il medio oriente, l’abbattimento delle torri gemelle, i tanti conflitti passati sotto la bandiera dei portatori di democrazia e pace. Questa piccola parola così inflazionata e maltrattata da tutti. Non può esistere una pace costruita attraverso la continua proliferazione di armi convenzionali e atomiche.

Non è utopia pensare che si possa costruire una pace attraverso parole e gesti d’amore. Perché la pace è una cosa molto concreta e alla portata di ciascuno, è una condizione che si costruisce lentamente, giorno per giorno, attraverso continue azioni reciproche di inclusione, ascolto e rispetto.

La pace si vive tutti i giorni, con impegno e dedizione, tra componenti di una stessa famiglia, vicini di casa, colleghi di lavoro, compagni di vita, figli, donne e uomini di qualsiasi pelle e credo religioso.

Educare alla Pace significa comprendere che questo piccolo pianeta non appartiene a una minoranza di pochi fortunati e che la terra non è qualcosa per cui possiamo rivendicare un possesso. Noi apparteniamo alla terra e il nostro unico impegno, fin da quando nasciamo, è quello di essere i suoi custodi. Educare alla Pace, pertanto, significa custodire la Terra, questa piccola terra, sempre.

#andreagatti #parolediterra #gaf

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Andrea Gatti

Andrea Gatti

122 Followers

autore del Blog Parole di Terra — coOwner GAF Comunicazione Parma Italy