Balcani, tensione tra Serbia e Macedonia per l’ingresso del Kosovo nell’UNESCO

Gabriele Ludovici
Aug 24, 2017 · 2 min read
Belgrado, Serbia

La Serbia ha deciso di ritirare i propri diplomatici dalla Macedonia, provvedimento che avrà effetto nella settimana corrente. La questione in ballo è il riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo, che Belgrado non accetta mentre Skopje, negli ultimi tempi, ha effettuato sforzi diplomatici in merito all’adesione del giovane stato all’UNESCO. La Serbia si oppone fermamente a ogni tentativo della sua ex provincia di presentarsi come paese sovrano.

Come riporta Euronews, Belgrado ha reputato offensivo il comportamento della Macedonia. Il presidente della Repubblica serba, Aleksandar Vucic, ha dichiarato che qualcuno sta creando un problema politico e sta coinvolgendo il suo paese. L’obiettivo è porre in cattiva luce la Serbia, come “un buco nero nei Balcani” a servizio delle politiche di Vladimir Putin. Il ritiro dei diplomatici dalla Macedonia ha lo scopo di inviare un segnale di dissenso al governo di Skopje, ma soprattutto di palesare la propria capacità di conoscere in anticipo le mosse della FYROM. Vucic spera che non ci siano ripercussioni per questa scelta diplomatica, dal momento che Belgrado in passato ha accettato l’indipendenza della Macedonia; per la Serbia tuttavia risulta inammissibile la — a quanto pare non confermata — decisione di Skopje di appoggiare l’ingresso del Kosovo nell’UNESCO. Nelle ultime ore Belgrado ha persino paventato l’ipotesi che la CIA trami in Macedonia per indebolire la Serbia.

Dal canto suo, il vice-primo ministro macedone Bujar Osmani ha deciso di smorzare i toni, affermando che in realtà Pristina non ha fatto alcuna richiesta di adesione all’UNESCO. La posizione della Macedonia è di accettare la decisione del governo serbo, e coincide con l’ultimo aggiornamento sulla questione, che vede i due paesi concordi nel voler risolvere la questione attraverso il dialogo. Secondo B92, l’ambasciatore serbo farà il suo ritorno a Skopje il 31 agosto.

La Macedonia, nota anche con l’acronimo FYROM (Former Yugoslavian Republic of Macedonia), ha dichiarato la propria indipendenza dalla Jugoslavia nel 1991, entrando nelle Nazioni unite due anni più tardi; fa parte, assieme all’Albania, il Montenegro, la Serbia e la Turchia, dei paesi candidati ad entrare nell’Unione europea. Il Kosovo invece è uno stato ancora parzialmente riconosciuto a livello internazionale, sotto l’egida di una duplice missione ONU e UE; la Serbia la considera ancora una propria provincia autonoma.

Passaporto Nansen

Uno sguardo sugli avvenimenti di tutto il mondo, con un occhio di riguardo alla storia. Approfondimenti sui temi meno trattati dai media.

Gabriele Ludovici

Written by

a.k.a. Mad Riot | Autore di canzoni, racconti e romanzi. Vivo a Viterbo, dove lavoro come editor per il Gruppo Utterson.

Passaporto Nansen

Uno sguardo sugli avvenimenti di tutto il mondo, con un occhio di riguardo alla storia. Approfondimenti sui temi meno trattati dai media.

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade