Il presidente turkmeno Berdimuhamedov rieletto con il 98% dei voti

Gabriele Ludovici
Feb 13, 2017 · 2 min read
Gurbanguly Berdimuhamedov (Thetimes.co.uk)

Di certo le elezioni turkmene non hanno lasciato nessuno col fiato sospeso. Il presidente in carica, Gurbanguly Berdimuhamedov, ha ottenuto un terzo mandato raggiungendo una percentuale di preferenze che sfiora il 98%. Il Turkmenistan, ex repubblica sovietica indipendente dal 1991, ha circa 5.200.000 abitanti e il 97% di essi ha preso parte alla tornata elettorale della giornata di ieri (domenica 12 febbraio). Berdimuhamedov è presidente dal 2006.

Il Turkmenistan è noto per essere uno degli stati più chiusi del pianeta. Come riporta Radio France Internationale, le elezioni sono state poco più che una farsa in quanto gli altri (otto) candidati erano pressoché sconosciuti. Le prime parole di congratulazioni sono arrivate dal presidente russo Vladimir Putin, il quale ha affermato che Berdimuhamedov possiede grande autorità politica. Secondo Putin, la rielezione permetterà di rafforzare l’economia e migliorare la qualità della vita dei cittadini turkmeni. Il lavoro da fare è imponente, in quanto il paese è logorato dalla disoccupazione: più della metà della popolazione vive sotto la soglia di povertà. Nell’area dell’Asia centrale occupa comunque la posizione di seconda miglior economia, dopo il Kazakistan. Purtroppo l’isolazionismo e il difficile passaggio dall’economia di stampo sovietico a quella di mercato sono ancora dei nodi da sciogliere.


La terza rielezione di Berdimuhamedov, classe 1957, porta con sé il solito balletto di controversie legali sanate ad hoc. La Costituzione è stata modificata in modo che potrà restare in carica per altri sette anni, ed è stato rimosso ogni limite di età. La sua carriera lo ha visto prima dentista personale di Saparmyan Nyyazov (primo presidente del Turkmenistan indipendente) e poi ministro della Salute nel 1997. Nel 2006 ha rilevato la carica di presidente ad interim da Nyyazov stesso, defunto. Confermato alle urne, è stato rieletto nel 2012 con la solita maggioranza quasi totale replicata anche nel 2017. Nel Turkmenistan, paese a maggioranza musulmana e ricco di gas, i cittadini sono controllati dalla mano ferma del governo. Berdimuhamedov è anche noto per aver sviluppato un certo culto della personalità, demolendo la figura del suo predecessore. A Ashgabat, capitale turkmena, nel 2015 è stata eretta una sua statua d’oro. Tra i provvedimenti più noti della sua presidenza, si segnala l’incentivo economico fornito alle donne che partoriscono almeno otto figli.

Passaporto Nansen

Uno sguardo sugli avvenimenti di tutto il mondo, con un occhio di riguardo alla storia. Approfondimenti sui temi meno trattati dai media.

Gabriele Ludovici

Written by

a.k.a. Mad Riot | Autore di canzoni, racconti e romanzi. Vivo a Viterbo, dove lavoro come editor per il Gruppo Utterson.

Passaporto Nansen

Uno sguardo sugli avvenimenti di tutto il mondo, con un occhio di riguardo alla storia. Approfondimenti sui temi meno trattati dai media.

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade