BATTISTI DEVE SCONTARE LA CONDANNA

La fuga di Cesare Battisti è finalmente finita. Condannato dai tribunali italiani per aver concorso a 4 efferati omicidi perpetrati dai gruppi terroristici di cui era militante, Battisti si è sottratto per anni a espiare la sua pena, fuggendo prima in Francia e poi in Brasile. Una fuga mai accettata dalle autorità italiane che per anni si sono battute per assicurare Battisti alla giustizia. Obiettivo oggi realizzato, confermando che a nessuno è lecito sottrarsi alle proprie responsabilità. Ne’ ci può essere alcuna forma di “giustificazione politica”: un assassinio è un omicidio e chiunque lo commetta deve essere perseguito, espiando la pena che gli viene comminata. E’ un principio fondativo irrinunciabile per una società democratica e libera.