Come attraversare il confine tra Messico e Guatemala via terra

Guida per scoprire come andare dal Messico al Guatemala e viceversa

Ho attraversato il confine tra Messico e Guatemala 2 volte in 2 località differenti e ho imparato una cosa dai miei errori: se siete soli scegliere di organizzarsi in autonomia per risparmiare NON è la scelta giusta. Onestamente mi dispiace ammetterlo dato che sono un gran sostenitore del fai da te sempre e comunque, ma per alcune cose è meglio spendere pochi euro in più affidandosi ad un’agenzia piuttosto che fare da soli e ritrovarsi a spendere anche il doppio.

Da Palenque a Flores:

A Palenque è pieno di agenzie che offrono il trasporto verso il Guatemala e i prezzi sono abbastanza uniformi tra loro. Il minimo che sono riuscito a trovare è stato 550Mex$ (circa 27€), non propriamente pochissimo, ma comunque un prezzo onesto viste le difficoltà logistiche. Soprattutto se viaggiate soli questa è l’opzione migliore, mentre se siete in un gruppetto di almeno 3 persone potete anche organizzarvi in autonomia con non troppe difficoltà.

Se optate per l’opzione fai da te ecco come organizzarvi:

  • Prendete uno dei colectivos che dalle 7 di mattina partono da vicino la stazione dei bus ADO di Palenque (sulla sinistra guardando la stazione, scendendo un po’in direzione della strada che porta al sito archeologico) e chiedete di essere lasciati a Crucero Corozal. Il costo è di 100Mex$ a persona.
  • Il colectivo vi lascerà in quella che è una specie di stazione per taxi, da qui prendetene uno fino a Frontera Corozal, facendovi lasciare in qualche agenzia che si occupa del trasporto in lancia. Sono meno di 10 minuti di tragitto e io da solo ho pagato 50Mex$ più 30Mex$ per l’ingresso nella riserva.
  • Il prezzo per la lancia che serve per attraversare il fiume ed andare a Bethel è di 600Mex$ fino a 4 persone (ce ne sono anche di più grandi), ma trattando si può scendere a 500. Dopo aver pagato la vostra lancia verrete accompagnati fino all’ufficio immigrazione dove timbrare il passaporto per l’uscita dal paese e, dopo circa 20 minuti di navigazione, sarete in Guatemala.
  • A Bethel si arriva in uno spiazzo nella giungla in cui solo 3–4 edifici e qualche parabola televisiva vi faranno capire che non siete stati abbandonati al vostro destino in mezzo al nulla. Da qui partono i bus che si dirigono direttamente a Flores per 80Mex$. Questi faranno prima tappa all’ufficio immigrazione che si trova a 10 minuti dalla stazione, per poi ripartire in direzione Flores (circa 4 ore di viaggio).

Dunque se siete in 3 il costo per organizzarvi indipendentemente è di 480Mex$, 5€ in meno del prezzo di agenzia, per un viaggio di circa 8 ore. Se siete da soli invece è facile che i costi si alzino notevolmente dato che è piuttosto raro trovare qualcuno con cui dividere il viaggio in lancia che, se pagato da soli, vi costerà da solo come tutto il trasporto organizzato dall’agenzia.

ATTENTI ALLA TRUFFA: gli uffici migrazione qui ci marciano alla grande e cercano sempre di spillarvi soldi anche se tasse da pagare non ce ne sono. In uscita dal Messico sono arrivati a chiedermi fino a 500Mex$ (25€), mentre per entrare in Guatemala volevano un pagamento di circa 5€. Voi rifiutatevi e siate chiari sul fatto che sapete che non dovete pagare, al massimo dite che avete già pagato nella prenotazione aerea. Dopo un po’si stancheranno di provarci e vi lasceranno andare. Se parlate un po’di spagnolo sarà tutto più facile dato che spesso i dipendenti dell’ufficio migrazione non sanno nemmeno cosa sia l’inglese.

La “splendida” Bethel

Dal lago Atitlan a San Cristobal de Las Casas:

La seconda volta che ho attraversato il confine è stato per tornare in Messico partendo da San Pedro La Laguna. In questa occasione, vista l’esperienza del precedente cambio di stato e i prezzi davvero buoni, ho deciso di affidarmi fin da subito ad un’agenzia che avrebbe organizzato lo spostamento in van. In città se ne trovano a decine, ma lo stesso vale per le altre città che si trovano sul lago Atitlan, specialmente San Marco e Panajachel. Dopo aver girato un po’sono riuscito a trovare un agenzia che offrisse tutta la tratta a 160Q (poco meno di 20€), praticamente lo stesso prezzo che si paga organizzandosi da soli, con la differenza di avere un collegamento diretto e non sbattimenti e imprevisti continui.

Si parte dal molo di San Pedro di primissima mattina (intorno alle 6) per recarsi con la lancha a Panajachel dove ad attendervi ci sarà il van con cui proseguirete fino alla frontiera. Ovviamente, come tutte le cose in Centro America è quasi sicuro che sarete voi ad attendere il van e non viceversa.

L’ufficio migrazione e la frontiera di La Mesilla

Dopo circa 6 ore di strade più o meno dignitose si arriva alla frontiera di La Mesilla, dove dopo aver espletato tutte le pratiche per uscire dal Guatemala ed entrare in Messico si continuerà il viaggio con un altro van che vi attende dall’altra parte della frontiera.

Anche in questo caso, sia in uscita dal Guatemala che in entrata nel Messico non dovete pagare nulla. Per quanto possano dirvi gli agenti dell’immigrazione non esistono tasse di alcun tipo, quindi non fatevi scrupoli a mantenere il punto nel caso non vogliano timbrarvi il passaporto, si rassegneranno. Nel mio caso in entrambi gli uffici non mi è stato chiesto nulla ed è stato tutto molto veloce, ma ho sentito di altri ragazzi a cui sono stati chiesti soldi, quindi non è una pratica inusuale.

Dal confine messicano in altre 5–6 ore circa si arriva a San Cristobal de Las Casas e potrete finalmente godervi la splendida città coloniale.