Scalare il Ben Nevis — Sulla vetta più alta della Scozia.

Tutte le informazioni e i consigli per scalare il Ben Nevis, il monte più alto del Regno Unito

Scalare Il Ben Nevis è indubbiamente una delle esperienze più incredibili che si possano fare durante un soggiorno in Scozia. The Ben con i suoi 1344m di altezza è il monte più alto di tutta la Gran Bretagna e viene scalato da oltre 150.000 persone ogni anno. La prima ascensione registrata del monte risale al 1771, effettuata dal botanico James Robertson in cerca di nuove specie da analizzare.

La via più comune dalla quale si raggiunge la vetta è la così detta Pony Track. Questa fu realizzata nel 1883 per permettere il raggiungimento dell’osservatorio che fu in funzione sul monte fino al 1904. Questo percorso è dunque quello che quasi la totalità dei turisti decide di percorrere, è lungo 16km e può richiedere dalle 7 alle 9 ore a seconda della vostra forma fisica. Il punto di partenza si trova sul versante est del Glen Nevis, a circa 2km dalla città di Fort William (20m slm). Il sentiero sale abbastanza rapidamente per i primi 570m, prosegue poi a zig-zag per i restanti 700m di dislivello, che permettono una scalata non troppo ripida e impegnativa. Qui comunque si possono trovare tutte le informazioni dettagliate sul percorso.

Il Pony Track parte dal Glen Nevis Visitor Center (aperto da Pasqua ad ottobre). La zona è raggiungibile in macchina e mette a disposizione un ampio parcheggio. Si può comunque anche raggiungere con l’autobus 41 che durante l’estate parte regolarmente da Roy Bridge, Spean Bridge e Fort William.

Esistono tuttavia anche altri percorsi più impegnativi, anche con pareti verticali che spesso rappresentano un paradiso per gli scalatori di tutto il mondo.

Consigli

Il Ben Nevis, nonostante sia un vetta che possa sembrare non troppo proibitiva, nasconde però delle insidie. Sono diversi infatti gli incidenti che si sono verificati negli anni dovuti soprattutto alla superficialità con cui i vari scalatori hanno approcciato la scalata. È bene dunque seguire alcuni semplici consigli per evitare di incappare in problemi:

  • Controllare sempre il meteo locale o sul sito mwis.org.uk oppure nelle lavagne informative a inizio percorso. Tenete comunque presente che il clima è molto mutevole e che scalare il monte con forti condizioni di pioggia (o neve) e nebbia non è mai una grande idea.
  • Vestirsi pesanti e a strati. Le temperature in cima possono essere molto diverse da quelle a valle, dunque non sottovalutate questo fattore.
  • Portate con voi una mappa e una bussola o in alternative scaricate una mappa offline per il cellulare (consiglio sempre l’app maps.me che segnala anche i principali percorsi di montagna). Non affidatevi a mappe online dato che per quasi la totalità del percorso non ci sarà segnale.
  • Durante il tragitto non ci sono bagni se non quelli che si trovano al Visitor Center a inizio percorso.
  • Il percorso all’inizio è abbastanza facile ma poi diventa più accidentato ed esposto (anche se meno ripido). Assicuratevi quindi di avere scarpe adatte e tenete conto che per questo motivo anche la discesa può essere piuttosto faticosa.
  • Viene consigliato di lasciare un biglietto o all’albergo che vi ospita o nell’auto, con indicati il vostro percorso, i vostri orari previsti e il vostro numero di cellulare, con un’ulteriore nota su chi contattare in caso di mancato ritorno. In caso di problemi sicuramente sarà molto più facile rintracciarvi e prestare eventuale soccorso.

La mia esperienza

Per quanto mi riguarda, sfortunatamente, la scalata del Ben Nevis rimane nella “to do list”. Nei 2 giorni in cui sono stato a Fort William, nonostante mi fossi preparato per la scalata, il tempo non mi ha mai permesso di recarmi sulla vetta di The Ben. Ma sicuramente la sfida è solamente rimandata!