Badge: tesserino amico/nemico degli studenti

Elena Caleri, Katia Capitoni, Isabella Tamborrella, Eleonora Pacciani, Antonio Lopardo, Lorenzo Dringoli

Ormai entrato nell’uso comune di tutti gli alunni, il badge è un tesserino plastificato che registra automaticamente le presenze se passato davanti al sensore del totem.

Nonostante faciliti e velocizzi il lavoro dei docenti nel verificare la presenza degli alunni, per quest’ultimi risulta talvolta un problema poiché anche pochi banali secondi sono considerati ritardo da giustificare.

Anche i più sbadati, assonnati e ritardatari sono salvi: foto e fotocopie del codice a barre lo possono sostituire tranquillamente. Tuttavia, nel caso in cui questa soluzione presentasse degli intoppi, al povero alunno non resterebbe che ricevere annotazioni da parte del docente che se accumulate potrebbero influire nella condotta finale.

Attenzione a non perderlo definitivamente poiché il nuovo tesserino andrebbe a costare 15€, invece che i 5€ iniziali.

E per ultimo, ma non per importanza, il badge, nel momento in cui viene timbrato, può farti scoprire il nome del ragazzo o della ragazza che hai adocchiato.