COME SI FA. Promuovi la tua campagna di crowdfunding

Se pensi che caricare un progetto di crowdfunding (ma soprattutto raccogliere fondi) sia una strada tutta in discesa, sei fuori pista! Siamo realisti: lanciare una campagna di crowdfunding è come lanciare una campagna di comunicazione: devi essere preparato!

Un errore che vediamo spesso fare è quello che fanno i progettisti che caricano la campagna (e se ne dimenticano) oppure quelli che trascurano la community e iniziano la campagna senza avere un adeguato presidio sul web o senza aver “pre-allertato” la propria cerchia di conoscenze più prossima, oppure ancora —ma sono molti meno per fortuna — quelli che finita la raccolta (e magari raggiunto l’obiettivo) non tengono aggiornata la propria community. E se un domani volessero lanciare una nuova raccolta? Secondo voi potrebbero contare ancora sul loro supporto?

Lanciare una campagna di crowdfunding significa innanzitutto raccontare la propria idea e la propria storia condividendola con gli amici e con la propria community, coinvolgendo (e convincendo) così le persone a contribuire alla realizzazione (sentendosi, a loro volta, parte integrante del progetto).

Quindi, cosa devi fare per non farti cogliere impreparato?


UNO. Pianifica la tua comunicazione

Se vuoi raccogliere fondi attraverso il crowdfunding è importante, innanzitutto, individuare un pubblico al quale vuoi comunicare il tuo progetto, quindi pianificare una strategia e delle attività di promozione per raggiungerlo.

Passaparola, social, contatti stampa, organizzazione di eventi e networking, sono tutti canali e strumenti da prendere in considerazione per raggiungere la community interessata.


DUE. Parti col “botto”!

Ricorda sempre che il tuo primo obiettivo sarà di quello di raggiungere quante più persone possibili.

Pertanto, coinvolgi sin da subito i tuoi amici e conoscenti chiedendo loro di fare altrettanto. Il successo della tua campagna di crowdfunding parte proprio dal contributo della cerchia di conoscenze più vicina. Progetti con poche donazioni avranno difficoltà a decollare! I contributi proveniente dai tuoi amici, quindi, ti aiuteranno a partire con il “botto” e conferiranno maggiore credibilità al tuo progetto.

Come farlo?
Passaparola: il più classico dei canali di comunicazione, ma sempre efficace!
Whatsapp: invia il link della campagna e spiega in 2 righe in cosa consiste il progetto e perché è importante sostenerlo! 
Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram: pubblica il tuo post di lancio e invita i tuoi contatti all’azione. Non aver mai paura di “chiedere”, il crowdfunding consiste proprio questo!

Durante la tua prima settimana di campagna cerca di raccogliere il 20–30% dei fondi necessari alla realizzazione del tuo progetto, vedrai che sarà più semplice per te convincere sempre nuove persone a darti fiducia e sostenere la campagna.


TRE. L’importanza dei social

Dopo aver mosso i primi passi grazie all’aiuto dei tuoi contatti più vicini inizia a pensare al modo più efficace per raggiungere nuove persone.

Capisci bene che per fare questi i canali social ricopriranno un ruolo importantissimo! Diventeranno il volano di crescita della tua raccolta e il luogo dove raccontare la tua storia, spiegare quali saranno gli step del progetto, le ricompense offerte e fornire tutte le curiosità per spingere i contatti a sostenerti!

Ricordati che dovrai tenere sempre alta l’attenzione sulla campagna attraverso la costante promozione, quindi inserisci il link del progetto in ogni post (anche se utilizzerai materiale cartaceo).


QUATTRO. Monitora la tua campagna

Tieni sempre sotto controllo le statistiche del tuo progetto. Ti aiuteranno a capire quali azioni sono più efficaci e come replicarle per raggiungere risultati sempre maggiori!
Per fare questo Pdb ha predisposto un servizio unico ed esclusivo, si chiama DATACROWD e ti permette di accedere a statistiche davvero uniche e potenti


CINQUE. Tieni alta l’attenzione e prepara qualche asso nella manica

È probabile che se il tuo progetto va avanti da diverse settimane, ad un certo punto, potrebbe avere un periodo di “stanca”.

Tieni alta l’attenzione della community e in quel momenti tira fuori gli assi nella manica che ti eri preparato.

Ricompense “speciali”? Momenti “offline”? La possibilità di un’uscita su un giornale o un blog? Libera la fantasia!


Ricorda…

Il crowdfunding è prevalentemente comunicazione. Il successo della tua raccolta dipenderà esclusivamente dalla tua capacità di coinvolgere e stimolare persone sempre nuove e portarle a credere nel tuo progetto!