Sveglie vintage: istanti senza tempo

Ci sono oggetti che fanno parte, da anni, della nostra vita. Ci accompagnano durante le ore delle giornata e scandiscono i ritmi e i tempi di tutti i nostri impegni, delle nostre attività e delle nostre emozioni. Se è vero che il mattino ha l’oro in bocca è anche vero che, per molti di noi, il risveglio è uno dei momenti più traumatici della giornata. Svegliarci e farci uscire dal nostro comodissimo letto è un arduo compito che, da molti anni, affidiamo a lei: la nostra amatissima e odiatissima sveglia! Per tutti i poltroni e ritardatari cronici il suo suono ogni mattina è un vero e proprio incubo. Dobbiamo dire grazie a lei, però, se ancora oggi abbiamo un lavoro o se siamo arrivati in orario all’appuntamento più importante della nostra vita!

Che le sveglie e gli orologi siano un oggetto funzionale ed utile lo sappiamo bene. Non potremmo, ormai, vivere senza. Pensate che sia solo questa la loro funzione? Assolutamente no. Con un po’ di fantasia possono diventare degli elementi d’arredo che conferiscono stile ed eleganza alla nostra abitazione. Se siete dei veri vintage addicted, sono convinto che abbiate in casa almeno una sveglia retrò. Personalmente, ne possiedo una collezione intera. Non mi stancherei mai di acquistarle. Durante l’ultima edizione di Mercanteinfiera — Parma, ho comprato alcune sveglie vintage veramente particolari. Che siano funzionanti o meno per me non fa alcuna differenza. Forse è per questo motivo che, spesso, i miei ritardi ad alcuni appuntamenti sono cronici! Mi attira il loro fascino, il loro design e la storia che hanno da raccontare. Sono stato rapito ed affascinato dai racconti di alcuni espositori presenti in fiera. Eravate a conoscenza che l’invenzione dell’orologio è avvenuta durante il Medioevo e che i primi orologi meccanici sono stati installati sui campanili delle chiese? È proprio vero che non si finisce mai di imparare. La prima sveglia invece, così come la conosciamo noi, è un’invenzione fatta nel 1787 dall’orologiaio americano Levi Hutchins. Per motivi di lavoro doveva svegliarsi puntualmente alle 4 del mattino. Povero uomo, credo che in quel momento fosse troppo assonnato per capire che da quel momento avrebbe stravolto l’esistenza di intere generazioni!

Le sveglie vintage, come vi anticipavo, possono diventare degli originali accessori d’arredo e, con un po’ di fantasia, possono essere ambientate nei vari spazi domestici. Che voi abbiate una casa arredata in stile shabby chic o industrial, vintage o country, con un arredamento classico o moderno, state tranquilli: non avrete che l’imbarazzo della scelta! Porterete nelle vostre stanze il fascino del passato mixandolo abilmente con il presente e riuscirete a ricreare, con uno sforzo creativo, angoli e atmosfere d’altri tempi. Non ci credete?

Posizionate alcune sveglie vintage, di forme e colori diversi, su una mensola in cucina. Vi accompagneranno durante i vostri esperimenti culinari, vi permetteranno di tenere sotto controllo i tempi di cottura e di evitare così di invitare una squadra di pompieri a cena. Sono, inoltre, l’elemento d’arredo ideale per la vostra zona living. Mixate e abbinate a soprammobili più moderni, decoreranno gli scaffali delle vostre librerie e scandiranno, minuto dopo minuto, i vostri momenti in casa e le ore in compagnia degli amici più cari. Un ultimo consiglio. In camera da letto, posizionatele sul vostro comodino, magari appoggiandole sopra dei vecchi libri. Vi rincuoreranno quando vi sveglierete di soprassalto nel cuore della notte pensando che sia già mattino e vi attenderanno al vostro risveglio per augurarvi un buongiorno dal sapere retrò.

Vi piacciono le favole? A me affascinano molto. Durante le fantastiche avventure nel paese delle meraviglie, Alice chiese all’araldo Biancoconiglio: “Per quanto tempo è per sempre?”. E lui rispose: “A volte solo un secondo!”.

Non possiamo sapere quanto durerà una storia d’amore, quanto tempo impiegheremo per realizzare un nostro sogno o quando incontreremo la persona della nostra vita. Ci sono attimi che ricorderemo per sempre e dei “per sempre” che durano il tempo di un attimo. Non possiamo, certamente, farci cogliere impreparati o arrivare in ritardo e perdere “quel maledetto treno” che si dice passi una sola volta nella vita. Avete ancora dubbi, quindi, se non sia il caso di avere una sveglia vintage funzionante a portata di mano?