DIECI racconti di luce e di inchiostro

fotografie di Francesco Mezzina, parole di Domi Bufi

nove

Ché poi bastava cercarmi, questo dovevi.
E non startene lì a coprirmi con scialli di premure, e a tempestarmi di risposte.
Corrette. 
Sapevi fare regali perfetti: la nostalgia degli errori. 
Mi hai negato la bellezza del perdere.
Mi hai resa vergine.
Dovevi guardarci dentro quelle crepe, non curarmele.
Invece mi naviga nelle vene, quest’altro amore digitale, s’imbroglia e sbaglia strada.
Tom tom dell’anima.
E mi fa sentire trovata.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Domi Bufi’s story.