La musica più bella del 2019, seconda parte: il tour d’addio di Joan Baez

Massimo Giuliani
Dec 17, 2019 · 4 min read
Image for post
Image for post

di Roberto Salvatore

, esperto di musica folk, chitarrista, autore di storici irish coffee, maître à penser, è stato il padrone di casa del “Sing Out!” a L’Aquila dopo aver vissuto l’epopea del Folk Studio a Roma.
Passa metà dell’anno in Francia e metà in Italia.
Ama Bob Dylan, Dave van Ronk, Jack Kerouac. Unica concessione alla modernità, l’ultimo di Van Morrison.
Se non lo trovate sui social, cercate alla voce “Sal Paradiso”.

Image for post
Image for post
Foto da www.lindependant.fr

Insomma, stavolta avevo deciso di non andare, sarebbe stata la quinta volta e mi son detto che forse non valeva la pena di farsi 400 km da dove vivo per lavoro, questo posto della madonna chiamato Lourdes. Ma dopo un’analisi costi-benefici, alti i primi non tanto per il biglietto (mai come in Italia però, e questo è un argomento che prima o poi andrà affrontato) ma perché in viaggio mi conosco, o meglio imparano a conoscermi tutti i baristi del percorso. E i secondi? Che benefici può apportare quest’altra madonna che nella sua carriera ha fatto il miracolo di calmare non una folla ma un’intera generazione incazzata, da sola con la sua chitarra, all’Isle of Wight nel ’70. O all’Arena Civica di Milano nello stesso anno: “There’s no need for anger There’s no need for carabinieri”, quando se li ritrovò praticamente sul palco in .

Insomma, i benefici di ogni suo concerto sono questi, c’è sempre una liaison fisica e politica tra lei e il posto dove suona. L’ultima volta per me fu a Madrid, avevo subodorato il concertone perché conoscendo il suo repertorio sconfinato di canzoni dal mondo sapevo che non avrebbe regalato al pubblico madrileno “C’era Un Ragazzo Che Come Me”, come da noi (a proposito, vorrei conoscere chi fu a consigliarla per primo su questa scelta, noi che in quanto a canti della Resistenza non siamo secondi a nessuno ma tant’è, mentre il resto del mondo canta “Bella Ciao” noi abbiamo un orgasmo a sentire “Tattarattatta Tattarattata”). E lì fu roba tosta, tutti i canti della , ho visto gente in lacrime nel teatro Nuevo Apolo che mancava poco venisse giù.

Image for post
Image for post

E allora? E allora via, si va a , Catalogna francese che già la collocazione storico-geografica dà un brivido, in un bollente 22 luglio 2019 a vedere , 78 anni, splendida e più giovane che mai.
Apre, tanto per essere chiari fin da subito, con la sua canzone operaia. Un ritorno a Brassens ma in chiave moderna nei testi e nel modo di suonare la chitarra acustica, a cui non concede respiro. “Le Soleil Et l’Ouvrier” ti rimette in pace con la migliore canzone d’autore da troppo tempo ormai violentata e massacrata dall’inascoltabile rap che rappresenta bene il declino attuale di questa nazione, la Francia ahimé, tanto amata fin dal primo concerto di Dylan che vidi a Avignone nell’81. E allora “Visca Catalunya, continuez d’espérer!”, concluderà Balbino.

Aprire con “Last Leaf” e “Whistle Down The Wind” di , dopo un esordio classico con “Dona Dona”, spiega il perché. Joan Baez non ha più la voce di un tempo, non va più lunga nei finali di strofa, è più anche se ancora potente, semplicemente non è più lirica. Ma questa è una nuova scoperta, riesce a cantare Waits con estrema naturalezza e, ancor più stupefacente, con i tagli che dà alla voce sembra a volte di sentir cantare Dylan con voce di donna. E allora giù con piccoli capolavori come la recente “Silver Blade”, o grandi come “Diamonds & Rust”, “Deportee-Plane Wreck at Los Gatos” di , “No More Auction Block”, conoscevo solo la versione di Odetta, con finale spiritual di “Oh! Freedom”, in duo con la giovane voce di così come in “Catch The Wind” di Donovan.

Image for post
Image for post
Foto da www.lindependant.fr

Ma non mancano i fondamentali, classici omaggi a Cohen con Suzanne, a Lennon con Imagine, a Phil Ochs con “There But For Fortune”, all’immancabile Violeta Parra con “Gracias A La Vida”, all’anarcosindacalismo di Joe Hill e a Sacco e Vanzetti con “Here’s To You”. E naturalmente Dylan, “It Ain’ Me Babe”, , “Don’t Think Twice It’s All right”, “Forever Young”, , con quella voce che nell’interpretarlo sembra quasi lo sbocco naturale di sessant’anni di carriera ognuno/a ombra e luce dell’altro/a.

Image for post
Image for post

Chiuderà l’ultimo concerto di sempre in terra di Francia, sempre generosa con lei (era l’ultima occasione per vederla e ne è valsa la pena), “Dink’s Song-Fare The Well”, che dà il nome al tour, canzone a me cara perché mi riporta a Llewyn Davis-Dave Van Ronk dei fratelli Cohen. Ma ve ne ho già parlato. Ah! La location era splendida, un antico , si chiama proprio così, accostato al duomo di Perpignan e trasformato in piazza per spettacoli. E poi tutto il resto che ve lo dico a fare, è il Midi e la Mediterranée, posti del cuore.

Originally published at http://www.radiotarantula.net on December 17, 2019.

RadioTarantula

Un blog personale (musica, chitarre e tutto quanto)

Massimo Giuliani

Written by

La cura e la musica sono i miei due punti di vista sul mondo. Sembrano due faccende diverse, ma è sempre questione di suonare insieme.

RadioTarantula

Sono sempre stato uno stalker di musicisti, finché ho scoperto che “blogger” suona molto meglio.

Massimo Giuliani

Written by

La cura e la musica sono i miei due punti di vista sul mondo. Sembrano due faccende diverse, ma è sempre questione di suonare insieme.

RadioTarantula

Sono sempre stato uno stalker di musicisti, finché ho scoperto che “blogger” suona molto meglio.

Medium is an open platform where 170 million readers come to find insightful and dynamic thinking. Here, expert and undiscovered voices alike dive into the heart of any topic and bring new ideas to the surface. Learn more

Follow the writers, publications, and topics that matter to you, and you’ll see them on your homepage and in your inbox. Explore

If you have a story to tell, knowledge to share, or a perspective to offer — welcome home. It’s easy and free to post your thinking on any topic. Write on Medium

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store