Enoteca Buonivini

Da molti punti di vista l’uomo è svantaggiato rispetto agli altri animali: non ha una pelliccia per proteggersi dal freddo, né corazze, pungiglioni, artigli o zanne per attaccare e difendersi. Non è veloce come una gazzella o forte come un leone. Ma ha tre qualità: una mente in grado d’immaginare cose che ancora non esistono, il linguaggio per comunicare le sue idee e l’abilità nel maneggiare oggetti.

Ogni cosa che ci circonda, infatti, è frutto dell’ingegnosità degli esseri umani che ci hanno preceduto o che vivono accanto a noi; si pensi ad esempio all’orologio che ha sostituto la meridiana prima, la clessidra o la candela a tacche poi, o ancora la ruota, il fuoco, la stampa …e persino il gin tonic, a quanto pare, è frutto di una fantastica idea.

Così L’enoteca Buonivini, in via Dante numero 8, a Palermo, è nata da una felice intuizione di un uomo che nel corso del tempo ha saputo affinare e migliorare il suo progetto. Lo dimostrano le pareti, ricchissime di etichette, e lo rinforza il racconto di Claudio, titolare del locale. Nato qualche anno fa come enotecario oggi può vantarsi di essere l’autore di diverse carte dei vini o di distribuire bollicine, e non solo, in tutta la Sicilia. Un progetto che da piccolo sta diventando grande.

Le grandi invenzioni a volte nascono in maniera casuale, ma volte (e per lo più) sono frutto di un susseguirsi di geniali intuizioni e di uomini che hanno creduto veramente nei loro progetti.

(…)

E per il gin tonic? Gin e tonica con un rapporto (generalmente) di 1 a 3. In entrambi i casi con tanti cubetti di ghiaccio. Una o due fettine di limone per guarnire.