Riti

Mi piacciono i riti.

Sono pensieri, anche piccoli, che diventano atti. Si incarnano e si presentano nel mondo del reale.

Da un po’ di anni, il primo giorno di gennaio, mi piace passeggiare al mattino presto per Bologna. Il freddo che pela e che punge, i cocci di vetro a ricordare la festa finita, qualche anziano col cappotto dallo sguardo un po’ sereno e un po’ severo.

È un rito di semplicità, riprendersi fisicamente gli spazi del reale per colonizzare nuovamente quelli dentro di noi.