Il sogno (sportivo) nel cassetto

I sogni nel cassetto possono essere tanti, e di vario genere, perché non suddividerli in categorie?

Un giorno durante qualche giro di corsa con gli amici è scattata la domanda, “ma se potessi realizzare un tuo sogno a livello sportivo, cosa faresti?”.

Ovviamente c’è stato chi si è subito precipitato con “giocare un partita in serie A”, “giocare con…..” e così via, ho cercato di non rendere banale la risposta, vuoi che da bambino per quanto mi piacesse giocarci, non ho mai sognato di fare il calciatore, ero già realista fin da piccolo.

Pertanto cosa scegliere? Beh cosa mi piacerebbe fare a livello sportivo almeno una volta nella vita? La risposta, anzi le risposte sono molto più semplici di quel che possa sembrare e son presto servite:

  1. Correre la maratona di New York
  2. Fare una gara di Triathlon

Non perché sia un fanatico di questi sport, o un assiduo corridore, pratico corsa e bici per rilassarmi, per cercare di stare un po’ in forma o semplice svago. Inoltre ritengo il nuoto, lo sport che più ho amato in passato.

Li ho scelti perché li reputo due sport “nobili” dove non è importante solo il risultato, arrivare al traguardo è più importante che vincere, non si ostacola l’avversario che non ce la fa, per liberarsene, lo si incita. Insomma più vicini al mio modo di essere e di vedere lo sport.

Prima di dire “beh allora perché non ci vai?”, non basta acquistare un biglietto per New York, o iscriversi ad una qualsiasi gara, ma serve un allenamento preciso, costante ed una preparazione atletica non indifferente, che dura anche oltre un anno, che non tutti sono disposti a fare, soprattutto se nella vita le tue ambizioni lavorative sono altre. Quindi forse non è poi così banale.

Pertanto io ho scelto dei sogni tutto sommato realizzabili e spero si possano realizzare, voi invece? cosa sognate?

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.