Vi presento Linux

Come si presenta Linux nell’immaginario comune dei miei conoscenti, e come veramente è.

Se avete letto il mio articolo “Il tecnico 24/7" avrete capito che spesso mi ritrovo a parlare di informatica, o tecnologia, con amici, conoscenti e soprattutto “non addetti ai lavori”.

Potrebbe capitare che riveli loro di non usare spesso Windows come sistema operativo principale, bensì Linux, ed è allora che ti guardano come un alieno oppure pensano WTF.

Linux è un sistema operativo gratuito, open source, scalabile, versatile e molto più facile di quel che si possa pensare.

Infatti spesso viene immaginato così:

Una riga di comando dove fare tutto digitando sul terminale, ma la realtà non è questa, o meglio, non solo. Linux è talmente versatile che se necessitiamo di un sistema operativo con solo la riga di comando possiamo farlo, ma Linux può essere anche bello graficamente e facile da usare.

Questa che vedete di seguito è la configurazione che ho fatto per Fedora, la distribuzione che utilizzo attualmente sul mio portatile.

Come visibile non c’è niente che manchi rispetto a quello che trovate solitamente sul vostro computer.

Ho nominato il termine distribuzione: è il nome che viene usato per distinguere le varie “versioni” di Linux, perché proprio per la sua versatilità e scalabilità viene distribuito in più varianti per tutte le esigenze, per approfondimenti ci affidiamo a WikiPedia. Per chi vuole qualcosa di avanzato abbiamo ad esempio ArchLinux o Gentoo; versioni per chi lavora in ambito multimediale come Ubuntu Studio. Per sviluppatori vanno bene un po’ tutte, abbiamo anche versioni semplici e pronte all’utilizzo senza scrivere mai una riga nel terminale, con tutti i programmi di base preinstallati, una di queste può essere Ubuntu o Elementary OS.

Quindi, questa è una breve parentesi su Linux, non a livello tecnico, ma solo per mostrare graficamente a cosa mi riferisco, per chi ne ignora l’esistenza o non ha idea di come possa essere fatto, potrei parlarvi di kernel monolitico, del fatto che dovrebbe chiamarsi GNU/Linux, di Desktop Environment, di package manager e quant’altro, ma non è questo il giorno, tantomeno voglio convincervi a passare a Linux, lo uso perché comodo per le mie esigenze, ma non mi ritengo evangelista, anzi uso con piacere Windows 10, quindi se voi vi trovate bene col vostro sistema operativo, continuate ad usarlo, a meno che non abbiate un Mac, ma quello è un altro discorso 😂.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.