Dambruoso eviti improbabili proposte

Apprendiamo dalla stampa che il deputato Dambruoso sarebbe consulente dell’amministrazione su alcuni temi legati alla sicurezza.

Speriamo vivamente che non si tratti, come lui riferisce, dell’avvio di un piano di “deradicalizzazione” di possibili terroristi da affidare ad un improbabile centralino a cui verrebbero segnalati vicini sospetti e ad un ancor più improbabile rete di “psicologi” dedicati da dislocare “in periferia”.

Sappiamo quanto sia urgente e diffuso il bisogno di competenze psicologiche sul territorio per sostenere le fragilità sociali e contrastare le paure create dalla crisi e dai tragici eventi che si susseguono in Europa. Giusto ieri l’assessore Pierfrancesco Majorino ricordava che i servizi di salute mentale sono abbandonati a se stessi da Regione Lombardia.

Siamo sicuri che il tema del terrorismo non possa in nessun caso diventare un punto sulla quale fare raid di parole buone per godere di attenzione sulla stampa. E’ saggio invece rispettare il lavoro delle forze dell’ordine ed accogliere le eventuali richieste di collaborazione che dovessero arrivare dalle autorità preposte alla pubblica sicurezza e, nel contempo, mantenere il ruolo della polizia locale nell’ambito delle specifiche competenze.

Abbiamo già conosciuto i danni creati dai nuclei di De Corato per rimpiangere quell’idea deformata di polizia locale e di sicurezza.
Speriamo che l’intervista di oggi sia solo un infortunio.

Gruppo Consiliare SinistraxMilano
Anita Pirovano — Paolo Limonta

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.