La doppia vita di B.

Analisi di un profilo facebook

Ho scelto di analizzare il profilo Facebook di una ragazza che conosco , che chiamerò B. e che vive due vite: quella che vogliono i suoi genitori e quella che vuole lei.

B. è una ragazza marocchina cresciuta in Italia. I suoi genitori sono molto credenti e di mentalità molto chiusa perciò per loro B. è una brava ragazza, sempre ben vestita, che lavora in una copisteria, si guadagna da vivere da sola e sta aspettando l’uomo della sua vita: un musulmano di sani principi, educato e con un buon lavoro. Se così non fosse, verrebbe diseredata dalla famiglia.

B. però, oltre a lavorare nella copisteria e a vivere da sola, fa la Pr e la ragazza immagine per due discoteche e sta insieme ad un ragazzo italiano dj, di cui, ovviamente, i genitori non sanno nulla.

Quando l’ho conosciuta viveva ancora in casa dei suoi e quindi stava alle loro regole, i quali non le hanno mai imposto di portare il velo però doveva sempre essere vestita dalla testa ai piedi.

Probabilmente l’essere andava via di casa le ha fatto assaporare un po’ il gusto della libertà, senza i genitori sempre lì a criticarla se aveva un filo di pancia fuori o gli occhi troppo truccati.

Per B. la famiglia è la cosa più importante che ha e l’approvazione dei suoi genitori è fondamentale, perciò non devono assolutamente sapere cosa fa lei oltre a lavorare in copisteria e non devono assolutamente vedere il suo profilo facebook.

B. pubblica una media di due stati e tre foto al giorno dove appare in pose provocanti, più svestita che vestita e non manca mai di far vedere il suo outfit pre — serata in discoteca. Le piace apparire e piacere. C’è coerenza tra ciò che B. pubblica e la persona che è nella vita reale (perché è esattamente come lei vuole essere) ma non lo potrà essere sempre se non vuole perdere la sua famiglia.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.