Viaggiate sereni!

Oggigiorno, grazie alla diffusione e all’utilizzo sempre più sostanziale della rete, possiamo usufruire di tutta una serie di servizi che ci permettono di compiere svariate azioni stando comodamente seduti sul proprio divano. Azioni quali: consultare le notizie del giorno, parlare con persone che si trovano dall’altra parte del mondo, ma ancora: fare shopping, prenotare un biglietto aereo e così via. Ma cosa ci spinge ad abbandonare le «vecchie abitudini» per abbracciare quelle nuove? La sfida più grande per chi si occupa di progettare un artefatto è sicuramente la capacità dell’artefatto stesso di ispirare fiducia, in modo tale da poter essere utilizzato dalle persone in maniera facile, ma soprattutto spensierata. Devono, insomma, saper creare un ambiente nel quale gli utenti possano sentirsi al sicuro.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, ho deciso di prendere in considerazione quattro siti che mi permettono di viaggiare in tutta sicurezza per Milano e per il mondo.

Taxi Milano.

Abito a Milano da sei anni e, già da subito, invogliatami dai miei stessi genitori, ho preso l’abitudine a spostarmi in taxi ogni volta che esco la sera, soprattutto se è molto tardi. Credo perché, provenendo da un paesino della Valle d’Aosta, fossi un po’ impaurita dalla grande città. A Milano esistono tre servizi di chiamata taxi, quello che preferisco è senz’altro Taxi blu, sia per la disponibilità quasi immediata di autoveicoli, che per il servizio in generale. Per i primi anni ho prenotato il taxi chiamando il cetralino, ma ho scaricato da poco l’app dedicata e devo dire che non mi ha delusa affatto. Posso richiedere un taxi in qualsiasi momento della giornata e decidere se pagare online o in contanti direttamente all’autista. Inoltre, creando la tua pagina personale, puoi avere sotto controllo le tue corse ed essere avvisato riguardo ad eventuali scioperi. Sono ormai mesi che la utilizzo e mi trovo benissimo. So di per certo che Taxi Blu non mi lascerà mai a piedi!

Enjoy

In alternativa al taxi, servizio sicuramente comodo ma abbastanza dispendioso, utilizzo Enjoy, un servizio di car sharing. Grazie all’app posso trovare il veicolo più vicino a me, prenotarlo e utilizzarlo per raggiungere la mia destinazione. Ogni volta sono sicura di trovare un veicolo pulito, tenuto bene e con il pieno, anche grazie al fatto che, una volta salita in macchina, mi viene richiesto di controllare la presenza di eventuali danni e nel caso di segnalarli. Un’ottima trovata per impedire a qualcuno di utilizzare in maniera sconsiderata questo servizio.

Bla Bla Car

Quando invece devo tornare in Valle d’Aosta mi affido a Blabla car. I collegamenti Milano/Aosta non sono mai stati efficienti: traversate in treno anche di quattro ore con frequenti cambi, o viaggi diretti in pullman ma alle ore più disparate. Numerose persone che conosco mi hanno consigliato di utilizzare Blabla car. Da subito ero molto scettica riguardo alla sicurezza del viaggiare con degli sconosciuti, ma dei miei amici mi hanno spiegato come funziona l’applicazione e, dopo un po’ di indecisione, ho deciso di provare anche io. Adesso è da un anno che usufruisco di tale servizio. Sono talmente soddisfatta che più volte l’ho raccomandato a mia volta.

Edreams

Edreams è un sito che confronta migliai di siti permettendoti di trovare il volo aereo più conveniente. Inserendo la data di partenza e quella di ritorno, Edreams ti fornisce in pochi secondi tutti i risultati di ricerca. Anche questo sito mi è stato consigliato da dei miei amici che lo utilizzavano già da tempo e, personalmente, è il primo sito che consulto quando voglio prenotare un biglietto aereo. La ricerca è facile ed intuitiva, la prenotazione è veloce e sicura. In pochi minuti ti viene mandato via email il biglietto aereo che, grazie all’utilizzo dello smartphone, non deve nemmeno più essere stampato. Inoltre, dopo ogni prenotazione ti viene dato uno sconto da applicare sul viaggio successivo. Sicuramente un modo vincente per invogliare l’utente ad utilizzare nuovamente il sito creando così nel tempo un legame di fiducia. Su di me ha funzionato!

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.