Macarons al pistacchio di Bronte


Un giorno prima di prepararli, mettete 3 albumi in una ciotola a chiusura ermetica e lasciateli riposare per 24 ore.

Preparate la meringa base dei macarons tritando molto finemente 50 g di mandorle e 50 g di pistacchi con un robot da cucina; unite le due polveri in una ciotola con 215 g di zucchero a velo. In un’altra ciotola, montate i 3 albumi con qualche goccia di limone e un pizzico di sale. Aggiungete 35 g di zucchero semolato e continuate a montare con la frusta fino a che non avrete un composto lucido e denso, senza montarlo eccessivamente. Aggiungete al composto 4 cucchiaini di mix di polvere di pistacchio e mandorle con lo zucchero, più un pizzico di colorante alimentare in polvere verde. Mescolate e aggiungete il resto del mix in polvere, e amalgamate con una spatola fino a che tutto non sarà perfettamente omogeneo.
Mettete l’impasto in una sac à poche e formate dei cerchietti con l’impasto di circa 2 cm di larghezza, spolverateli con dei pistacchi tritati e lasciate riposare circa 30 minuti per fare in modo che si formi una sorta di pellicola sopra.
Infornate per 15 minuti a 170° C, se necessario qualche minuto in più. Il forno deve essere statico e non ventilato.

Per la ganache al pistacchio di Bronte, portate ad ebollizione 100 g di panna liquida. Spegnete la fiamma e versatevi 150 g di cioccolato bianco di altissima qualità tritato grossolanamente. Con una frusta manuale, stemperate il cioccolato nella panna calda e mescolate fino a ottenere un composto liscio e lucido. Lasciate raffreddare un po’ e aggiungete 3 cucchiai di pasta di pistacchi di Bronte Specialia e qualche pistacchio tritato.

Lasciate raffreddare il composto a temperatura ambiente, oppure un’oretta in frigo. Versate la crema in un sac à poche e farcite i macarons. Fateli riposare in frigo per una giornata e… buon dessert!


Pistacchi tritati —Specialia.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.