3 concetti sulla radiofrequenza utili per progettare reti Wi-Fi performanti

In questo articolo spiegheremo 3 aspetti fondamentali sulla radiofrequenza utili al fine di progettare una rete WLAN efficace e performante.

Se vuoi implementare una rete Wi-Fi efficace e performante, devi considerare 3 aspetti fondamentali sulla radiofrequenza.

1. I canali Wi-Fi

Innanzitutto, è importante sapere che la comunicazione per tutti i dispositivi Wi-Fi avviene attraverso un canale. Ogni canale è caratterizzato da un numero, che corrisponde a una frequenza radio specifica. Le due bande di frequenza principali usate dagli access point delle reti Wi-Fi sono la banda 2.4 GHz e quella di 5 GHz. A livello mondiale si contano 14 canali che usano la banda di frequenza 2.4 GHz, a seconda dei paesi: ad esempio, il canale 14 è presente solo in Giappone. È bene sapere che gli unici 3 canali dove i segnali non si sovrappongono sono il numero 1, 6 e 11. Tuttavia, in particolar modo nelle zone congestionate come ad esempio gli ambienti di lavoro e i luoghi pubblici, tutti canali vengono usati e, di conseguenza, i segnali invadono la banda di altri canali e si creano interferenze. Una soluzione a questo inconveniente è optare per la banda di frequenza 5 GHz: considerando che la maggior parte dei dispositivi Wi-Fi, come ad esempio computer, dispositivi Bluetooth, cellulari e telefoni cordless, operano sulla banda 2.4 GHz, la banda 5 GHz è meno utilizzata e quindi meno congestionata. Inoltre, la banda 5 GHz è composta da un maggior numero di canali, dei quali 23 non si sovrappongono:solitamente, tutti i dispositivi Wi-Fi che operano sulla banda 5 GHz supportano i canali 36, 40, 44, 48, 54, 56, 60 e 64. Infine, è utile sapere che nella banda 2.4 GHz i segnali wireless attivi sono ampi 20–22 MHz, mentre nella banda 5 GHz possono avere un’ampiezza da 20, 40, 80 fino a 160 MHz. In generale, i canali con un’ampiezza di 20 MHz sono adatti per ambienti ad alta densità di utenti e traffico, mentre i canali con un’ampiezza di 40 MHz si prestano per installazioni Wi-Fi meno affollate.

2. La propagazione della radiofrequenza

La radiofrequenza si propaga nello spazio con comportamenti diversi, chiamati: riflessione, assorbimento, rifrazione, diffrazione e dispersione. Essere a conoscenza di tali fenomeni creati dal movimento delle onde nello spazio è importante per capire il motivo per cui, quando si posiziona un access point in un certo luogo, le onde radio sono in grado o meno di raggiungere determinate aree in una stanza o nelle zone adiacenti.

Leggi l’articolo completo