Primarie USA, Donald Trump vince in Nevada

“Saranno due mesi straordinari, e potremo non avere bisogno neanche di due mesi, ad essere onesti”.

Stanotte il miliardario Donald Trump ha vinto il caucus repubblicano del Nevada con il 45,9 per cento dei voti espressi a suo favore. E’ la sua terza vittoria, dopo New Hampshire e South Carolina. Da quanto emerge dai risultati finali, il senatore di origine cubana, Marco Rubio è arrivato secondo con il 23,9 per cento dei voti, mentre Ted Cruz è finito terzo con il 21,4 per cento delle preferenze.

The Guardian

Trump ha rivendicato di aver avuto il sostegno di tutti i gruppi elettorali e di fronte ad una folla di sostenitori ha affermato:

“abbiamo vinto tra gli evangelici, tra i giovani, i vecchi, quelli con un’alta istruzione, quelli con una bassa istruzione, ed io amo le persone poco istruite”.

Briciole per i restanti candidati repubblicani. Il neurochirurgo Ben Carson e il governatore dell’Ohio John Kasich, hanno ricevuto, rispettivamente, il 4,8 e il 3,6 per cento dei voti. Il caucus del Nevada ha visto un’alta affluenza alle urne, con oltre 75mila persone.

A questo punto, all’establishmente repubblicano non resta che sperare nel miracolo che Donald Trump non ottenga la nomination alla convention di Cleveland questa estate. Marco Rubio è il preferito dei media e dal partito ma ancora non ha vinto uno Stato, nonostante il suo piano iniziale fosse quello 3–2–1, ossia arrivare terzo il Iowa (cosa che ha fatto), secondo in New Hampshire e primo in South Carolina. Le cose sono andate diversamente: Rubio ha raggiunto un quinto posto in New Hampshire e un secondo in South Carolina perdendo anche stanotte il Nevada che nei piani sarebbe dovuto essere uno Stato chiave per il senatore della Florida.

L’Huffngton Post si chiede (giustamente):

“Se Rubio non riuscisse a vincere anche in Florida (dove si vota il 15 marzo), dove potrebbe vincere?”.

Chi vince in questo Stato, poi, ottiene tutti e 99 i delegati in palio.

Il caucus democratico sabato scorso ha visto prevalere l’ex segretario di Stato Hillary Clinton contro il senatore del Vermont Bernie Sanders, con il 52,6 rispetto al 47,3 per cento dei voti.

I risultati finali (fonte: Politico):

Show your support

Clapping shows how much you appreciated alessio samele’s story.