Guerra contro i ciclisti? Ecco cosa ti dico!

Io non credo che ci sia una Guerra per sterminare i ciclisti o un complotto per asfaltarci perché invadiamo tutta la corsia rallentando il traffico, e invece di puntare il dito contro qualcuno preferisco trovare i miei difetti e cercare di capire come fare per migliorare una situazione che sembra andare fuori controllo.

La precedenza è delle macchine!

Nello scontro tra un veicolo e una bicicletta perde sempre quest’ultima e chi ci va sopra. È inutile pensare di avere la precedenza quando il tuo mezzo potrebbe restare distrutto e la tua vita andare via in un secondo, trovando una macchina che per qualche ragione era nel posto sbagliato nel momento sbagliato.

Quindi prendi sempre tutte le misure per evitare di “avere ragione”. I semafori vanno rispettati sempre, e occhio agli incroci. Ti consiglio di studiare bene le strade che fai e le ore di traffico.

Renditi riconoscibile a distanza

1.- Si è sempre detto che il giallo fluo è il colore più visibile a distanza, allora un bel casco di questo colore sarebbe una buona idea e ti ricordo che il casco ti può salvare la vita.

2.- Luce anteriore molto potente e luce posteriore lampeggiante. Ricorda di caricarle sempre e di usarle non solo nel buio ma in ogni momento, ti rendono più visibile.

3.- Un gilet catarifrangente leggero. Lo so che non è tanto comodo, e fare un allenamento con questo gilet non è simpatico, ma se devi fare un'uscita lunga non è da sottovalutare.

Controlla sempre la tua bici

La bicicletta va lavata con regolarità e lubrificata per evitare salti di catena e malfunzionamenti. Prima di ogni uscita controlla il sistema frenante, i copertoni e il livello d’aria nelle camere. Ricorda portare sempre tutto il necessario per eventuale riparazioni in caso di bucate.

Se vuoi andare veloce

Nonostante tutti i miei anni in bici, ogni volta che devo affrontare una discesa rallento sensibilmente, non rischio neanche quando la strada sembra sicura. C’è un punto sulla dorsale del Montello a Treviso dove è segnalato l’attraversamento di cerbiatti e ogni volta che transito da lì tengo presente che potrei trovare uno di questi animali e saltare per aria.

Se hai voglia di sviluppare velocità in bici ti consiglio di partecipare alle granfondo dove il traffico è parzialmente chiuso, di solito entro le 2 ore dai primi, e gli incroci sono abbastanza sorvegliati.

Durante gli allenamenti, visto che non siamo dei professionisti, stiamo calmi, non dobbiamo diventare dei mostri in discesa e non dobbiamo vincere nessun giro!

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.