Trips farà una IMO (non una ICO)!

C’era una volta il Bitcoin.
Una tecnologia che fin dalla nascita nel proprio DNA aveva la distribuzione decentralizzata grazie al sistema del Mining.
I Bitcoin non venivano, e tuttora non vengono, emessi da un ente centrale.

Poi sono arrivate le ICO che, dal punto di vista della decentralizzazione, hanno fatto un grosso passo indietro: tutti i token vengono emessi da un ente centralizzato (fondazione od azienda), che ne vende una parte e si tiene tutto il resto.

Il resto viene assegnato a vari aspetti del progetto: marketing, sviluppo e così via. Ma è comunque in mano all’ente centrale.

Dopo una ICO l’ente centrale ha ancora il 100% della ricchezza (non) prodotta.

Mi spiego: se i token emessi sono 100 Milioni e 20 Milioni sono venduti nella ICO, l’ente centrale ha i 20 Milioni sotto forma di ETH (o BTC o Fiat) e gli 80 Milioni sotto forma di token.

A quel punto idealmente inizia un processo di decentralizzazione durante il quale vengono messi sul mercato anche gli 80 Milioni di token, ma, come durante la ICO, l’ente centrale scambia token per ETH (o altro).

Ha quindi sempre tutto in mano, almeno finchè non inizia a spenderli.

Con questo non voglio dire che le ICO siano fondamentalmente non funzionali, ma che c’è un enorme spazio di miglioramento sulla strada verso la decentralizzazione.

Esiste un problema oggettivo? Probabilmente sì, se Vitalik Buterin (il fondatore di Ethereum) si sta scervellando per migliorare le ICO e, per esempio, propone le DAICO.

E ci sono altre strade per creare progetti decentralizzati sin dall’inizio?

Sì, le IMO.

Le IMO: Initial Mining Offering

Le IMO sono un sistema di raccolta fondi basato su Ethereum nei quali solo una parte dei token sono pre-mined e il resto viene minato (su Ethereum) esattamente come i Bitcoin.

Sono state proposte da 0xBitcoin che si definisce “The mined bitcoin-like token for Ethereum” e cioè “Il Token simile al Bitcoin minabile su Ethereum”.

0xBitcoin non è una ICO, ma un progetto Open Source che mette a disposizione il software per chi vuole realizzare una IMO.

Esiste il loro token ma questo aspetto non è rilevante per chi volesse usare il loro software.

Trips farà una IMO

La decentralizzazione per noi non è solo una bella parola sulla quale fare una ICO, ma un valore reale.

Siamo quindi molto interessati a soluzioni che ci permettono una decentralizzazione reale (innata nello Smart Contract) rispetto a quella teorica (dichiarata ma da provare poi sul campo).

Per questo motivo abbiamo deciso di fare una IMO e non una ICO.

Quali sono i vantaggi delle IMO per il nostro progetto?

  1. La stragrande maggioranza dei token saranno in mano al network, non ai founders di Trips, come sono ora. Questo comporta una decentralizzazione maggiore sin dall’inizio.
  2. È compatibile col nostro modello attuale di distribuzione dei token ai collaboratori. Al momento i Trips sono distribuiti in cambio di lavoro, con la IMO avremo anche i miners che, al posto di lavoro, mettono in gioco la capacità di calcolo. C’è da dire che il lavoro dei miners non serve a tenere in piedi il network (a quello ci pensa Ethereum) ma solo a creare un sistema distributivo equo.
  3. È un approccio più simile alla visione originale del Bitcoin, cioè un’acquisizione di valore organica. Questo ci piace molto da sempre e stiamo infatti tentando di incoraggiare l’assorbimento di valore dei Trips attraverso il progetto (alpha) Prenotazioni nel quale già oggi puoi prenotare alloggi a Roma, Milano, Torino, Firenze ecc…acquisendo i Trips in un exchange o collaborando.
  4. Il prezzo sarà più organico e meno speculativo.
  5. I rischi di crollo del prezzo all’uscita negli exchange (dump) sono inferiori.
    Questo crea maggiore fiducia negli investitori.
  6. Non chiamarsi ICO ha anche vantaggi di comunicazione visto che per molti ICO è sinonimo di scam.
  7. Sybil Attack Resistant: maggiore decentralizzazione significa meno rischi di attacchi Sybil (un attacco informatico dove i sistemi di reputazione sono sovvertiti falsificando le identità di una persona in una rete peer to peer)
  8. Maggiore passaparola: saremo la prima IMO al mondo.
    Questo potenzialmente renderà più facile attirare l’interesse dell’ecosistema cripto e degli investitori. Ci differenzierà anche dalle molte nuove ICO in arrivo.
  9. La Community sarà più grande e diversificata grazie alla presenza dei Miners.

Conclusione

Questa scelta ci porta ad essere in acque ancora più instabili di prima, come se non fossimo già in un ambiente abbastanza imprevedibile.
Ma sapere che stiamo puntando verso un obbiettivo più grande ed equo, ci dà ancora più energia!
Speriamo anche di attirare l’attenzione di sempre più persone desiderose di creare le basi per un ecosistema veramente decentralizzato.

Trips è il portale decentralizzato di alloggi turistici per nomadi digitali e viaggiatori che si propone come alternativa economica, efficiente e sicura ai grossi portali che hanno monopolizzato il mercato delle prenotazioni extralberghiere.

Connettiti o contribuisci anche tu!

Trips: il sito web ufficiale|Trips: il White Paper| Trips: la community|Trips: contribuisci al progetto|