Il fattore gatto.

Donna, hai visto in negozio un fantastico maglioncino in cachemire, morbidissimo ed elegante che ti calza a pennello? Non costa neppure tanto, è comodissimo e ti fa sembrare la protagonista di una serie TV americana. Lo compri e lo porti a casa.
Non hai considerato il fattore gatto: il tuo micio — che ha il pelo del colore opposto al maglioncino — ci si rotolerà dentro appena lo abbandonerai distratta su una sedia. Non riuscirai mai a ripulirlo da tutti i peli: se lo userai sarai indicata da tutti come una sudicia barbona.

Uomo, sei rimasto incantato da una basetta per ricaricare ad induzione lo smartphone? Sembra una cosa fighissima che ti proietta anni avanti nel futuro: basta appoggiarci sopra il cellulare e lei lo ricarica, senza bisogno di fili. Lo ordini online e ti arriva a casa.
Non hai considerato il fattore gatto: non importa dove posizionerai la basetta, il tuo gatto la troverà e ci si struscerà sopra, spostando il cellulare quel tanto che basta per non farlo caricare. Morale, quando prenderai lo smartphone la mattina ti accorgerai che la percentuale di batteria è più bassa di quando l’avevi poggiato la sera prima, ma ormai dovrai uscire e non potrai più farci niente.

Signora, quella mensola in salotto non le sembrava un po’ troppo vuota? Quale occasione migliore per acquistare quella deliziosa statuina di porcellana che ha visto l’altro giorno in centro mentre passeggiava con una sua amica. Ecco, vede? Sembra proprio fatta apposta per riempire quello spazio.
Peccato che lei non abbia considerato il fattore gatto: lui, giudice indiscusso delle suppellettili domestiche, ha già ritenuto la statuina un insulto al buon gusto della vostra — anzi sua — casa. Un rumore di cocci che si infrangono nel cuore della notte saranno il segno che la sentenza capitale è stata eseguita.

Abbiamo un po’ alzato il gomito questa sera, vero ragazzo? Ma una serata tra amici così ogni tanto ci può anche stare. Va bene, domani devi alzarti alle 7, non è tardissimo e ti bastano quelle 6 ore di sonno per riprenderti quel tanto che basta per non andare stravolto in ufficio.
Eh, ma non hai considerato il fattore gatto: stanotte avrà voglia di giocare ed ogni mezz'ora salterà sul letto, mordendoti i piedi e non lasciandoti riposare.

E potrei andare avanti con gli esempi all'infinito. 
Il fattore gatto.
Consideratelo, cazzo.

Cordialità,
Il Triste Mietitore.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.