Star Wars Day: breve riflessione.

A chi non piace Star Wars alzi la mano, e si prepari a vedersela mozzata da una spada laser.
Seriamente, come si fa a non amare Guerre Stellari? E’ un film che ha segnato più di una generazione, un tesoro tramandato di padre in figlio. Chi ha visto il primo film, Star Wars: Episodio IV — Una nuova speranza, sapeva bene che ne avrebbe sentito riparlare negli anni avvenire, anche solo per il fatto che iniziava una trilogia partendo dal quarto episodio. Mi ricordo la mia prima volta, l’ho visto in tv negli anni 90, perché nel 77 ero ancora nel belino di mio padre: i miei si erano detti “bho, Guerre Stellari, navicelle, spade laser, robot: roba per bambini” e mi avevano messo sereni davanti allo schermo.
Whoah.
Arti mozzati, bikini, gente congelata nel grafite, ombra di incesto, uno che dorme nelle budella di una specie di dinosauro: fantastico, in una sola parola.
Il fatto che questa saga abbia accompagnato una generazione in maniera così naturale, è strabiliante. Altre serie della nostra infanzia hanno tentato di riproporsi molti anni dopo, ma solo Star Wars c’è riuscita con stile (tranne che per qualche inciampo nella Minaccia Fantasma, in particolare mi riferisco a Jar Jar, morisse ieri). Mentre c’è una punta di vergogna (ingiustificata, ma c’è) a parlare dei nuovi Transformers ed i G.I. Joe, c’è orgoglio nel dire: “Ho rivisto Star Wars”, “Aspetto la nuova trilogia”, “Hai visto che figo il nuovo trailer?”.
Il quarantenne si traveste di Darth Vader — o ne impone la maschera al figlio — e gira per le strade a carnevale, fiero ed impettito.
A Carnevale o durante lo Star Wars Day, appunto.
Ieri ho completato il mio percorso da nerd andando a Milano proprio durante l’evento dedicato alla saga. E’ stato ovviamente fighissimo.
La marcia, che ha attraversato il Castello (S)Forzesco fino a giungere nel cuore di Milano, ai piedi del Duomo, è stata una delle cose più epiche che abbia mai visto. Genitori e figli erano semplicemente felici all’unisono nel vedere i loro beniamini sfilare: in quali altre circostanze si può ripetere un simile fenomeno? Per il film dei Pokemon? Non credo proprio.
Star Wars unisce le famiglie più del Natale.

Cordialità,
Il Triste Mietitore