Furto dai parchimetri di Montepulciano, arrestato dipendente della società di gestione

La Valdichiana
Oct 12 · 2 min read

Montepulciano — I Carabinieri della locale stazione, nel pomeriggio di venerdì 11 ottobre, hanno effettuato un arresto per furto e accesso abusivo al sistema informatico nei confronti di un dipendente della società di gestione che gestisce i parcheggi comunali di Montepulciano.

L’arresto è scattato a seguito di una flagranza di reato: il 35enne, residente in provincia di Perugia, trasportava nel bagagliaio dell’auto circa mille euro in monetine, prelevate dai parchimetri della cittadina poliziana. I Carabinieri erano stati allertati da una società privata di investigazione, che già da qualche tempo stava svolgendo dei controlli sulla situazione. Ai dirigenti della società che gestisce i parcheggi a Montepulciano, infatti, erano sorti dubbi sugli incassi di alcune macchinette regolatrici dei parcheggi della cittadina: gli incassi risultavano essere inferiori rispetto alla mole presunta di automobili che quotidianamente usufruivano dei parcheggi gestiti. Eppure i sistemi informatici fornivano dati inferiori, perfettamente corrispondenti agli incassi contabilizzati. I danni supposti erano soprattutto a carico del Comune di Montepulciano a cui va la parte preponderante degli incassi.

Dalle indagini è emersa quindi l’identità di un sospettato, un tecnico informatico, dipendente da circa 16 anni della stessa società di gestione. L’arresto è arrivato quando i Carabinieri lo hanno sorpreso dopo aver prelevato le monetine dal parchimetro comunale di viale San Gallo utilizzando le chiavi della ditta, alle quali aveva accesso, per aprire la cassa della macchinetta senza procurare danni. A una seguente perquisizione dell’abitazione, sono state rinvenute le apparecchiature informatiche utilizzate per introdursi nei sistemi telematici della società con la quale, da remoto, aveva modificato il dato degli introiti allo scopo di nascondere gli ammanchi materiali del contante effettivamente incassato.

Le indagini proseguiranno per scoprire se l’uomo abbia agito da solo, quante volte possa aver colpito e con quali ammanchi. Il dipendente della società di gestione, in attesa del rito direttissimo, è stato tradotto alla camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Chianciano Terme.

Valdichiana News

Notizie dalla Valdichiana